1057750_10202523861089315_1245897499_n

 

– DI SARA RAMONA PELLEGRINI
sara.pellegrini@liberopensiero.eu

Siamo tornati! Con una nuova mise, che speriamo di poter migliorare sempre più con il tempo, ma soprattutto con nuovi contenuti. Il passaggio a wordpress ci ha consentito di aggiungere diverse sezioni e rubriche, ma ci auguriamo che sarete voi stessi a creare il vostro (più che nostro) giornale, di cui noi siamo soltanto dei semplici portavoce. La parola chiave è folksonomia, il segreto sta in voi lettori e nella vostra categorizzazione della realtà. Scegliete di cosa parlare e di come farlo attraverso i ‘Mi piace’ e le ‘visualizzazioni’, ma anche semplicemente sparando parole e frasi sulla pagina di google. Che vengono poi rielaborati a formare ‘classi’ e ‘categorie’ mentali prima che mediatiche. In pratica una finestra sul mondo vista dai vostri occhi. Di argomenti ce ne sono diversi: il fatto più eclatante, e il più squallido, ennesimo specchio del moralismo vuoto in cui da anni siamo immersi, è quello relativo all’arresto del marito di un noto onorevole per prostituzione minorile, e guarda caso proprio nei giorni in cui la stessa stava premendo affinché si valutasse un decreto per legalizzare i ‘sex workers’. Contemporaneamente l’interessante bocciatura di un’altra proposta/legge con cui le donne vogliono imporsi nel mondo del lavoro. Volli, fortissimamente volli, e intanto ci si litiga su senza giungere a nulla di fatto… idea bocciata! Un po’ più di solidarietà femminile non guasterebbe. Se invece vogliamo smorzare i toni, ridere e sognare un pochetto, andiamo al cinema. E’ appena uscito nelle sale, ed ho avuto la fortuna di vederlo in anteprima, il remake di un telefilm famosissimo negli anni ’60, che narra le storie di un cane genio e di suo figlio adottivo. Forse il fatto più normale in questo completo rovesciamento della realtà. Una dolce bestiola che può insegnarci tanto. Distintosi per le sue grandi capacità intellettive (pena l’esclusione dal branco con cui era nel canile), dopo aver vinto il premio Nobel decide di adottare un bambino, a cui garantisce una vita agiata e socio-culturalmente stimolante. Poi arrivano i problemi. Una società malpensante e crudele gli renderà la vita difficile, tra il bullismo a cui verrà sottoposto il suo figlioletto umano e le minacce di un’assistente sociale frustrata e infelice. Non gli resterà che prendere la macchina del tempo e vagare con la fantasia, scoprendo i grandi segreti della storia dell’umanità. Mr Peabody e Sherman, un vero capolavoro d’animazione. Tutto da vedere. Vorrei essere un cane… Buona settimana!