– DI SARA RAMONA PELLEGRINI
sara.pellegrini@liberopensiero.eu

 

E’ di pochi giorni fa la sensazionale notizia di un uomo, malato di cancro, guarito dopo aver cambiato abitudini alimentari. Ancora una volta torna in primo piano il cibo e la sua utilità nel curare, ma anche e soprattutto prevenire, le malattie. In questo contesto è impossibile non dedicare uno spazio ad un evento mondiale che l’Italia avrà l’opportunità di ospitare tra poco più di un anno: l’EXPO 2015. L’esposizione si terrà, appunto, il prossimo anno e durerà 6 mesi (1° Maggio-31 Ottobre). In linea di massima i temi saranno i seguenti: la centralità dell’alimentazione nella vita di ognuno e la necessità di rieducare le persone ad una corretta alimentazione, il problema della scarsità delle risorse alimentari (nel 2050 saremo nove miliardi), e le nuove tecnologie alimentari dalle quali può partire un’importante soluzione al problema (tipo gli OGM). L’allestimento è stato realizzato su di un ex zona industriale (vittoria!), convertita a fini agricoli, comunali e di terziario. Si tratta di 110 ettari di terreno che coinvolgono il comune di Milano e quello di Rho, che tra l’altro saranno ben collegati alla fiera con varie fermate metropolitane. E’ un evento di proporzioni enormi, che potrebbe ridefinire (e rilanciare) l’intera economia mondiale. I Paesi partecipanti saranno ben 147. La città lombarda ha prevalso su quella turca di Smirne, per la completezza del progetto, a cui hanno partecipato professionalità giovani provenienti da atenei nazionali e non. Il logo-simbolo è stato scelto da una commissione giudicatrice e rappresenta una scritta multicolore con la scritta expo sovrapposta a quella 2015. La parte più divertente, e forse anche la più importante, è Foody. E’ la mascotte della manifestazione, nato dall’unione di 11 personaggi a forma di vari ortaggi e verdure, che si uniscono a formare questa specie di clown arcimboldesco. Sono stati i bambini a selezionare le parti di questa divertente figura, in quanto il cibo può divenire un potente mezzo per favorire la comunicazione tra culture e popoli differenti. Speriamo di potervi fornire ulteriori e preziose informazioni! Buona settimana a tutti voi!

www.expo2015.org