– DI PASQUALE DE LAURENTIS

pasquale.delaurentis88@gmail.com

Quarto, prosegue senza sosta la battaglia dei giovani in difesa degli spazi e dei beni comuni.
Giusy Rollin, Presidente della Consulta Giovani di Quarto, a Libero Pensiero fa il punto della situazione: “Appena eletti, abbiamo incontrato il Commissario, il quale aveva dichiarato che fin quando saranno loro a decidere, mai la Consulta avrà uno spazio. Abbiamo protocollato una lettera, nella quale chiedevamo esplicitamente un incontro con loro, ma non abbiamo avuto risposta, se non che la suddetta lettera non era mai giunta a destinazione. Come saprete, recentemente stanchi della situazione, abbiamo occupato una scuola, partecipando però ugualmente all’incontro con i commissari, i quali hanno ritenuto che le nostre, non fossero proposte concrete. Tengo a precisare che la nostra battaglia non è legata solo all’esigenza di uno spazio fisico per poterci riunire, bensì alla difesa totale beni comuni, che da tempo nel nostro comune sono attaccati. Denunciamo classi con 60 alunni, doppi turni o addirittura la chiusura degli istituti e naturalmente come se non bastasse la privatizzazione dell’acqua pubblica.”

 
Dopo il presidio al Comune di Giovedì scorso, la Consulta è riuscita ad ottenere un tavolo di confronto con i Commissari.