-DI PASQUALE DE LAURENTIS

pasquale.delaurentis88@gmail.com

Continuano le proteste contro il sistema Invalsi, quasi 200 studenti, ieri mattina, sono scesi in piazza con un corteo partito da Piazza Del Gesù a Napoli, contestando duramente le prove.

Durante il percorso, i manifestanti hanno strappato alcuni manifesti di Fratelli D’Italia, intonando cori contro l’ex Sindaco di Roma Alemanno, anch’egli candidato alle elezioni europee.

‘’Da anni ci opponiamo e lottiamo contro le prove Invalsi, le quali non valutano la persona in quanto cittadino, ma rappresentano solo un’ inutile strumento nozionistico’’   – afferma Adriana Manzoni, studentessa del Liceo Labriola e membro del coordinamento degli studenti Flegrei.

Durissimo il commento dell’Uds che dalle parole del proprio coordinatore, esprime tutto il disappunto: ‘’Boicottare deve essere la parola d’ordine, non solo oggi, ma sempre. Questa mattina, siamo scesi in piazza rendendoci conto delle difficoltà di Maggio, così in altre scuole, abbiamo deciso di boicottare dall’interno’’ – annuncia Jamil Kaddura, coordinatore provinciale dell’Uds Napoli.

‘’Con la fine dell’autunno, abbiamo deciso di stare nelle scuole e di socializzare, affrontando diversi temi, tra i quali l’antifascismo e il Job Act. Oggi ci opponiamo fortemente alle prove Invalsi, le quali si basano sulla pura meritocrazia, che fa si che le scuole giudicate di serie A avranno accesso a finanziamenti, mentre quelle valutate di serie B e C, saranno soggette ad ulteriori tagli’’ – dichiara Ivan degli Studenti Autorganizzati Campani.

In piazza con gli studenti anche una delegazione dei Cobas.