– DI AGNESE CAVALLO
agnese.cavallo@liberopensiero.eu

 

Continuano gli eventi in musica che popolano le città campane. Da Napoli, a Pozzuoli, fino a Pomigliano, tante le occasioni per godere della buona musica. Tra gli eventi più attesi dai giovani musicisti napoletani, il contest che dà la possibilità di vedere realizzato il sogno di produrre un cd e un videoclip. L’evento in questione è il Giovani Suoni giunto all’ottava edizione, finanziata dal Comune di Napoli. L’esibizione dei migliori dieci gruppi si svolgerà il 25 e il 26 luglio all’interno del suggestivo scenario del Maschio Angioino, dinnanzi a musicisti affermati, speaker radiofonici e giornalisti del settore che giudicheranno le esibizioni. Il primo classificato si aggiudicherà un premio di 15mila euro ed in più l’opportunità di incidere un cd in 500 copie, creare un videoclip, un sito web, e girare in tour per l’Italia. L’assessore ai Giovani, Alessandra Clemente, ha così commentato l’iniziativa: «La musica è un patrimonio straordinario di Napoli e i giovani napoletani ne fanno di tutti i generi. Napoli torna sullo scenario musicale con iniziative per far partire dai propri talenti il riscatto della città». Le iscrizioni al contest si possono effettuare entro la giornata del 10 luglio sul sito www.giovanisuoni.com.

Ma le novità in fatto di musica non finiscono qui. Napoli è da sempre famosa per il connubio tra musica e arte, e negli ultimi anni ha saputo coniugare perfettamente, in una dialettica nuova, moderna e suggestiva, le due muse. Si aprono grandi spazi monumentali per eventi musicali che lasciano modo, alla cittadinanza e ai turisti di passaggio, di godere, anche di sera e in maniera insolita, del patrimonio artistico. Un esempio è il Castel Sant’Elmo, che apre le porte, nella splendida cornice della Piazza d’Armi, alla rassegna S. Elmo Estate che vedrà come protagonisti gli Avion travel, Musica nuda, Elements e Rosario Bonaccorso, tutti gruppi che nascondono grandi e affermati musicisti, in quattro serate di grande musica. L’evento è alla VII edizione e si svolgerà a partire dal15 luglio per poi terminare il 26 luglio 2014.

L’estate campana 2014 si presenta all’insegna di un viaggio itinerante alla scoperta della musica in luoghi unici. Come il Pozzuoli Jazz Festival, che offre locations che lasciano a dir poco a bocca aperta. Avete mai sentito di un concerto jazz in un vulcano? Se volete ascoltare buona musica in compagnia di uno scenario sorprendente, allora non dovete perdervi l’esibizione del pianista jazzista  Danilo Rea, tra i vapori incandescenti e lo spettacolo di luci che illuminerà il Vulcano Solfatara il 22 luglio. Dopo i successi delle passate estati e dell’edizione invernale si riparte il 17 luglio da un luogo simbolo di Pozzuoli, il Rione terra (Largo Sedile di Porto), restituito dopo tanti anni di lavori e scavi alla cittadinanza. E’ da qui che partirà, con il primo evento gratuito, la serata inaugurale del festival con le armonie del blues, per poi passare al Complesso archeologico Nettuno (Terme Adrianee). Il festival, è organizzato dall’Associazione Jazz & Conversation, impegnata da anni a testimoniare il proprio ruolo nella cultura dei Campi Flegrei, attraverso un percorso in cui la musica incontra il territorio. Per gli appuntamenti completi e i dettagli degli eventi: www.pozzuolijazzfestival.it.

Infine, non si può assolutamente perdere l’evento che da anni accompagna le estati Campane ed inorgoglisce il nostro territorio: il Pomigliano Jazz Festival. Alla XIX edizione, l’evento movimenta le serate estive partenopee, affermandosi come tra gli eventi più attesi dell’anno, che regala, ogni volta, esibizioni di big del panorama musicale blues e jazz. L’evento sarà itinerante, come si evince dalla locandina che presenta l’aggiunta ΄in Campania΄, e partirà il 10 luglio da Avella per concludersi nel cratere del Vesuvio. Infine, il PomiglianoJazz amplia la sua vocazione musicale e organizza guide all’ascolto per insegnare ai neofiti e agli appassionati le tecniche e le prassi della musica jazz. Ancora musica e l’arte che suona per i più piccini, laboratori creativi per avvicinare i bambini alla musica e all’arte pittorica. Non mancheranno tour naturalistici ed enogastronomici per quanti vorranno unire la musica alla natura, il jazz all’arte del mangiar sano. Anche qui è possibile consultare il sito www.pomiglianojazz.com.