– DI PASQUALE DE LAURENTIS
pasquale.delaurentis88@gmail.com

 

Con la fine degli esami e la chiusura dell’anno scolastico e accademico, entra in scena il solito “grattacapo” delle vacanze estive. La fascia d’età compresa fra i 18 e i 25, sembra preferire senza dubbio la sempre meno dispendiosa soluzione del campeggio estivo e qui la scelta sembra ampia. La Rete della Conoscenza (Uds e Link), promuove il sempre più gettonato “Riot Village” (23 07/ 06 08) nel cuore del Frassanito, vicino Otranto, evoluzione dello “Zion Village’’ organizzato in precedenza sempre dall’Uds. Da alcuni anni anche la Reds, in collaborazione con l’Udu, ha il proprio campeggio studentesco “Revolution Camp” (23 07/06 08) anche quest’anno a Paestum, nel salernitano. Anche i Carc quest’anno non hanno voluto rinunciare ai momenti di accampamento e formazione e propongono la “Festa della Riscossa Popolare” (17 07/ 27 08) presso l’Eremo dei Camaldoli (Na). Insomma, se fino a qualche anno fa si prenotavano vacanze all’estero già dal mese di Marzo, ora la tendenza sembra essere nettamente cambiata e il metodo scaccia-crisi del campeggio per i giovani riscuote sempre più consensi.