– COMUNICATO STAMPA

 

Il Consiglio degli Studenti di Ateneo ha approvato all’unanimità  le mozioni della Confederazione degli Studenti in merito alla proposta delle Tasse Universitarie per l’anno accademico 2014/2015, rigettando quella formulata dal  Rettore che prevedeva un aumento medio del 1,8%, spalmato in modo crescente su tutte le fasce.

Il gruppo della Confederazione ha espresso tutte le sue perplessità su un aumento della tassazione maggiore di quello imposto dall’Istat ponendo l’accento sui servizi sempre più carenti nel nostro ateneo (dalla pulizia degli edifici al servizio wi-fi passando dai pochi luoghi dedicati allo studio) e il consiglio, pur ritenendo sbagliato l’attuale sistema per “scaglioni”, ma ben conscio delle esigenze temporali per l’anno accademico 2014-2015, ha approvato all’unanimità la proposta della Confederazione degli Studenti che prevede un aumento medio dell’1,5%, con un maggior carico fiscale sulle fasce di reddito più alte e con l’esenzione, da tale aumento, delle prime quattro fasce.

 

Inoltre il Consiglio, ritenendo non equo l’attuale sistema di tassazione per scaglioni, ha approvato un memorandum per la riforma dell’ attuale sistema di tassazione che indica come via condivisa la strada di un sistema progressivo con un limite massimo e un limite minimo, ovvero proporzionale al reddito famigliare dello studente.

In ultimo il Consiglio ha unanimemente espresso solidarietà alle popolazioni in guerra a Gaza, auspicando una pronta fine del conflitto e un ritorno alla diplomazia come strumento per la risoluzione delle divergenze e un ritorno alla pace.

 

“Sono estremamente soddisfatto – dichiara il Presidente del Consiglio degli studenti Scognamiglio della direzione indicata oggi da tutto il consiglio degli Studenti. Un sistema di tassazione più equo è da sempre una delle nostre priorità e non posso che compiacermi che oggi il consiglio tutto abbia sposato questa battaglia. In ultimo faccio i migliori auguri al neo Vice-Presidente Buffardi e ai capigruppo Angelino, Garzarella e Delicato, con i quali spero si possa continuare questo stupendo lavoro in sinergia”.