– DI FRANCESCO GEMITO
poeta67@live.it

 

Via San Sebastiano, strada stretta e a doppia circolazione. Si trova nel centro storico della nostra Casoria, ovvero nel quartiere San Mauro. I casoriani chiamavano quella via ‘o vico ‘e casarusso. All’inizio ci abitavano personaggi illustri della città, oggi ci abitano persone non illustri, ma brava gente. Via San Sebastiano è una strada piena di buche; molti palazzi sono abbandonati, alcuni pericolanti, altri abitati. Di notte c’è poca illuminazione, ed è durante la notte che diventa spesso teatro dei rifiuti e tossicodipendenti. In questo degrado sorge anche un palazzo di cemento, i cui lavori furono sospesi, poi ripresi e poi di nuovo sospesi. Come si fa a costruire un palazzo di cemento del cuore del centro storico non l’ho mai capito. Come si fa a vivere in quel degrado, nemmeno questo ho capito. Vorrei almeno capire come fa il Comune a non fare niente per quella strada, anzi, per tutto il centro storico, visto che cade a pezzi ormai da molto tempo. Via San Sebastiano è un altro dramma da segnalare a quei signori che già sanno, ma il loro silenzio è la dimostrazione del menefreghismo umano. C’è poco da parlare e molto da fare. Molti dicono che non c’è più niente da salvare, ormai questa città è stata mangiata dai mostri di piazza Cirillo.