NAPOLI- Oltre 6 mila candidati aspiranti ai corsi di laurea triennali (ostetricia, logopedia, dietista e tecnici di radiologia), ieri mattina hanno letteralmente invaso il quartieri di Fuorigrotta per lo svolgimento dei test d’ammissione.

I test per i candidati della Federico II si sono svolti a Monte Sant’Angelo, mentre per i candidati della Sun nella Mostra d’Oltremare.
Il candidato più ”anziano”? aveva 58 anni.
La circolazione delle strade, a causa dell’elevato numero di autovetture è rimasto bloccata per diversi minuti.
La prova d’esame è consistita da 60 quesiti a risposta multipla, che variavano dalla cultura generale, al ragionamento logico, passando poi per biologia, chimica ed inevitabilmente matematica.

Non sono comunque mancate polemiche da parte di alcuni candidati, molti dei quali hanno definito alquanto difficili i quiz.

Parallelamente ai test, al centro direzionale di Napoli, presso l’Università Parthenope, si è svolta un’assemblea pubblica dei ricorsisti A Medicina, organizzata dall’Unione degli Universitari.
L’Udu ha risposto a centinaia di domande su cosa fare dopo il ricorso, come ottenere le borse di studio e il numero chiuso.
C’è però chi ancora storce il naso, come nel caso di una studentessa, la quale critica la riammissione di chi non ha superato il test.

Dure parole arrivano anche dal Presidente dell’Ordine dei medici Bruno Zuccarelli: “Il numero programmato è un traguardo giusto al quale siamo arrivati nel tempo, ma è del tutto vanificato da questo stato di confusione cronica. E’ evidente che iniziare l’anno accademico con un surplus di 2.000 studenti creerà molti problemi organizzativi e rischia di avere ricadute su un sereno svolgimento dell’attività didattica. A questo si aggiungono i tempi lunghi della giustizia, tempi che non fanno altro che generare nuove incertezze”.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteSiria, i jihadisti ISIS minacciano Putin
Articolo successivoIsraele, missile sul Golan siriano
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II