1965429_839217399425483_1691605868_oDal 1 al 31 ottobre 2014, Napoli ospiterà l’OLE.01 FILE (Internazionale di Letteratura Elettronica). L’evento promuove la conoscenza della ricerca avanzata dell’arte contemporanea che rivolge il suo interesse a tale ambito.

La letteratura elettronica o letteratura digitale comprende un vasto genere di opere appartenenti all’ambito della musica, del teatro, della poesia che si avvalgono di supporti digitali per essere creati e fruiti. Si tratta di lavori esclusivamente digitalizzati che mirano a realizzare nuovi linguaggi e, dunque, nuove letterature.

Gli eventi della manifestazione saranno allestiti presso Palazzo Reale, Castel Nuovo, Castel dell’Ovo, PAN, Sala San Tommaso del complesso monumentale di S. Domenico Maggiore, l’Istituto di Studi filosofici, Piazza del Gesù, Piazza S Maria la Nova a Napoli; Villa Bruno e Villa Vannucchi a San Giorgio a Cremano.

Saranno esposte e presentate alla OLE.01 FILE installazioni video e audio, poesie elettroniche, video poesie, poesie digitali, dinamiche, interattive, 3D e ipertestuali, prodotti della computer animation, digital music, scultura del suono, musica elettronica, elettrodanza, E Theatre.

L’evento ospiterà presso il Palazzo Reale una mostra permanente di opere appositamente create per il Festival da artisti di fama internazionale nell’ambito della letteratura elettronica. Essi, inoltre, costituiranno la giuria scientifica che premierà sei dei dieci finalisti al concorso Under 40 per artisti della Letteratura elettronica le cui opere saranno esposte dal 20 al 31 ottobre presso il PAN.

Il Festival, ideato dall’artista Lello Masucci, è vincitore di un finanziamento del POR FESR e si fa promotore del progetto “Cultura come risorsa”. Il tema principale dell’evento è “Memoria del futuro: conoscere le proprie radici per progettare il futuro comune”; gli altri temi riguardano la pace, lo sviluppo sostenibile, la conoscenza e il rispetto delle diversità culturali in parallelo con il Forum Universale delle Culture che sponsorizza l’evento insieme all’associazione culturale Atelier Multimediale con la collaborazione del Comune di Napoli e della Regione Campania.

Gli spettatori potranno acquistare al costo di 1 euro un’ App (per Ios o Android) sul sito www.olefestival.it e ritireranno, così, una card che consentirà di visitare gratuitamente le mostre in programma e di avere sconti presso negozi e ristoranti convenzionati. L’app inoltre consente la geolocalizzazione degli eventi.

Si tratta di un evento assolutamente innovativo in Italia che si propone di promuovere nuovi linguaggi e un nuovo modo di pensare la tecnologia che potrebbe coinvolgere anche le istituzioni politiche e culturali non solo della città ma dell’intero Paese, ancora così legato alla tradizione.

Ulteriori informazioni: http://www.olefestival.it; Facebook: olefestival; Twitter: @OleFestival; e-mail: info@olefestival.it

Alessia Rosano