MELITO- Protestano 170 lavoratori dello stabilimento di caffè e cialde Kimbo, di via Appia a Melito di Napoli.

I MOTIVI DELLA PROTESTA– I dipendenti chiedono il rinnovo del contratto integrativo triennale, relativo ai premi di produzione sul venduto e non ancora rinnovato dopo la scadenza del 31 dicembre 2013.
L’ira del personale, consapevole che la società chiude il bilancio in attivo e nonostante ciò, non attui nessuna politica interna che miri a stabilizzare e a migliorare le condizioni lavorative e salariali dei propri dipendenti.
”L’azienda non sta subendo la crisi, anzi è in crescita” – fanno sapere i lavoratori. Nonostante questo però a noi non viene riconosciuto l’impegno che ha portato a raggiungere i risultati che tutti conoscono”.
I nuovi assunti, in mobilitazione già dal 3 di Agosto, si sono ritrovati a lavorare più ore, a fare turni di notte, per rientrare nei tanto declamati requisiti di merito, senza tuttavia un adeguamento a livello contrattuale.
Intanto Mercoledì avverrà l’incontro tra i rappresentati sindacali e alcuni vertici aziendali, per discutere del rinnovo del contratto integrativo non rinnovato l’1 gennaio di quest’anno.

Morale della favola, anche se l’azienda chiude il bilancio in attivo, farà di tutto per risparmiare, tagliando
quindi sul personale.

Pasquale De Laurentis

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteNick van Woert e il richiamo della natura
Articolo successivoVilla Ferretti tra sprechi e degrado: il bene che lo Stato preferiva non confiscare.

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II