Dare piena attuazione agli indirizzi della riforma Gelmini per avvicinare l’esame di maturità sempre di più mondo del lavoro. Lo dice Stefania Giannini in un’intervista rilasciata a ”Il Sole 24 Ore”.

”Da quest’anno – dice il Ministrocambiamo le prove, poi spazio alla valutazione e alla riforma del merito”.
Nella prima prova il saggio breve, sostituirà il vecchio tema, mentre la posizione dei singoli docenti migliorerà sulla base dei contenuti e non sugli scatti d’anzianità. L’idea della Giannini è quella di creare una vera e propria competizione tra scuole e singoli insegnanti.
Le scuole guarderanno sempre di più al mondo produttivo fa sapere la Giannini: “Poiché il nostro modello di scuola punta a incrementare l’alternanza scuola e lavoro e guarda molto al rapporto con il mondo produttivo e delle istituzioni culturali darei alla tesina un ruolo maggiore”.

Tra le novità arrivano le pagelle per presidi e professori, tenendo conto dei parametri professionali didattici e formativi.

Sulla maxiassunzione di precari il Ministro annuncia: “Avremo un patrimonio di competenze che non hanno trovato finora spazio stabile nelle supplenze”.

Arturo Scotto, parlamentare di Sel esprime preoccupazione e commenta: ”E’ giusto mettere al centro la grande questione dell’educazione, ma investendo risorse vere. Questo si può fare a condizione che non sia un’operazione di facciata”.
In effetti le parole dell’ex coordinatore campano di Sel sono condivise da molti politici, sindacati e soprattutto associazioni studentesche, i quali esprimono perlessità circa l’adeguata copertura finanziaria del ‘Patto Scuola’, voluto dal premier Renzi e dal Ministro Giannini.

Pasquale De Laurentis
 

CONDIVIDI
Articolo precedentePalestina: ecco Il piano “segreto” di Al Sisi
Articolo successivoNapoli, L’Archivio fotografico Parisio chiude i battenti

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II