Il numero chiuso ai test di medicina pian pian si sta sgretolando.
Napoli e Bari avevano tracciato la strada da seguire, con l’iscrizione di quasi duemila studenti bocciati ai test dell’8 Aprile.
Nella giornata di ieri l’Avv. Michele Bonetti ha ottenuto un altro successo al TAR: tutti i ricorrenti della Seconda Università di Napoli (SUN) potranno immatricolarsi con riserva già a partire dai prossimi giorni.

Gianluca Scuccimarra, coordinatore nazionale dell’Unione degli Universitari dichiara: “è l’ennesima vittoria che otteniamo sulle irregolarità che si sono svolte durante i test dello scorso 8 Aprile. Sono più di 500 studenti, tra la SUN e atenei vari, che vedranno tutelato grazie alla nostra associazione il loro diritto allo studio, ancora una volta è la legalità a trionfare”.

Conclude Scuccimarra: “Ancora una volta i diritti degli studenti devono essere garantiti tramite il ricorso al tribunale amministrativo, è ora quindi che anche la politica si svegli e dia una soluzione concreta al problema dell’accesso all’università. Il Governo ha ripreso a parlare di scuola, ma non di università, un atteggiamento miope perché al mondo dell’istruzione bisogna guardare nella sua totalità e il tema dell’accesso è una delle priorità da cui ripartire. Le ordinanze degli ultimi mesi dimostrano che questo sistema sta crollando: il governo e il MIUR si facciano carico del problema a stretto contatto con le rappresentanze studentesche del CNSU. Noi non ci fermeremo.”

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteFair play finanziario: tra ricchi e poveri
Articolo successivoCile, la svolta storica di Bachelet: via l’amnistia di Pinochet
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II