Dopo la parentesi molto positiva rappresentata dalle prime due uscite della nuova nazionale italiana targata Antonio Conte – per gli azzurri un bilancio di 2 vittorie per 2-0 contro Olanda e Norvegia e porta rimasta inviolata – ritorna la SerieA, alla sua seconda giornata, con i consueti due anticipi del sabato ed entra davvero nel vivo.

Dal 13 settembre al 12 ottobre, data della prossima sosta di lega, si disputeranno infatti 5 giornate, 4 nel fine settimana ed una infrasettimanale, di mercoledì sera. La prima, svoltasi negli scorsi 30 e 31 agosto, ha dato soltanto un piccolo assaggio di quella che sarà e che potrebbe essere la Serie A 2014/15. Il campo ha mostrato ancora troppo poco ed è decisamente troppo presto per poter compiere ogni sorta di previsione o per esprimere giudizi di massima sulle 20 formazioni in corsa per il titolo iridato del campionato nostrano.

Qualche valutazione in più la si potrà fare a partire dalle ore 18:00 di sabato 13 settembre: il sipario della seconda giornata si apre allo stadio Castellani, dove andrà in scena Empoli- Roma, arbitrata da Andrea Gervasoni.

I toscani, tornati in massima serie dopo 6 stagioni di assenza, vogliono riscattare la sconfitta d’esordio in trasferta contro l’ Udinese. Cercheranno di ben mostrarsi tra le mura amiche, dimostrando di voler e poter dire la propria in questo campionato, provando a mettere in difficoltà la Roma, che viene invece da una convincente vittoria casalinga contro la Fiorentina per 2-0, stesso risultato che ha condannato la formazione bianco-azzurra. La squadra allenata da Sarri, ct esordiente in massima serie, ha mostrato discreta personalità e buon gioco; elemento negativo sembra essere invece, la poca esperienza, come dimostrato da qualche errore difensivo di troppo, che ha compromesso la gara con i friulani. I giallorossi di mister Garcia partono come favoriti, con un organico decisamente più competitivo, sebbene nel calcio, lo si sa, non esista errore peggiore di formulare pronostici troppo scontati. Inoltre, nelle ultime tre gare al Castellani, la Roma non è mai riuscita a portare a casa il bottino pieno, quindi è assolutamente vietato considerare il match come un copione già scritto. Per l’ Empoli pesa l’ assenza di Maccarone in attacco; per la Roma chance per Destro, sempre nel reparto offensivo. Piccola curiosità: contro la Roma, l’esordio assoluto dell’Empoli in SerieA davanti al proprio pubblico, in data 2 novembre 1986.

Alle 20:45Juventus- Udinese, sfida che si preannuncia molto interessante, con due formazioni che hanno vinto e convinto alla prima (la Juve ha battuto il Chievo al Bentegodi di Verona per 0-1).

Entrambe le compagini sono allenate da nuovi tecnici: Allegri per i campioni in carica, Stramaccioni per i friulani. Per la formazione di Torino, assenze molto pesanti come quelle di Barzagli, Pirlo e Vidal. Tevez sembra essere pienamente recuperato ma se il mister optasse per maggiore prudenza, potrebbe rivedersi in campo il promettente Coman. Riconfermato anche Caceres, a segno nella prima giornata di SerieA. Stramaccioni dovrà fare a meno di Domizzi in difesa, sostituito con tutta probabilità da Bubnjic. In attacco il sempreverde Di Natale, già doppietta all’ Empoli, affiancato da Muriel, dal quale quest’anno ci si aspetta la definitiva esplosione. Ad arbitrare Antonio Damato.

Buon campionato a tutti!

Guardi Roberto