Inter e Milan sugli scudi con gol ed emozioni per i propri tifosi. Juve e Roma si avvicinano senza affanni all’esordio in Champions mentre delude il Napoli, sconfitto e fischiato.

Nessun problema per le favorite allo scudetto negli anticipi della seconda giornata di Serie A. La Roma batte con il minimo sforzo l’Empoli grazie all’autogoal di Sepe (46’). Priva di alcuni titolari, a riposo in vista dell’esordio in Champions di mercoledì col CSKA, la Roma non spinge sull’acceleratore e gestisce il vantaggio contro un Empoli che si difende con ordine ma non si rende mai pericoloso. Unico brivido per i giallorossi è l’intervento di Manolas su Mchedlidze (72’) che potrebbe costare il rigore ma che invece causa l’espulsione di mister Sarri per proteste.

Anche la Juventus non ha problemi contro l’Udinese. Nella prima in casa gli uomini di Allegri continuano sulla scia del match con il Chievo: dopo il goal di Tevez (8’) i bianconeri amministrano la partita e continuano ad attaccare, andando vicini al raddoppio con Lichtsteiner e Pogba. Nel secondo tempo però la Juve rallenta e subisce goal, successivamente annullato per fuorigioco, di Bubnjić (66’): pochi minuti dopo Marchisio (75’) fulmina il portiere friulano Karnezis con un destro dal limite, siglando il raddoppio e chiudendo la partita.

L’Inter ne fa di nuovo 7 al Sassuolo: partita già chiusa nel primo tempo con i goal di Icardi (3’ e 29’), Kovacic (21’) e Osvaldo (43’). Nella ripresa i nerazzurri dilagano ancora con Icardi (53’) e Osvaldo (72’) e chiudono il match con Guarin (74’). L’ottima prova dell’Inter fa da contraltare ad un Sassuolo praticamente mai in campo, frustrato dal risultato (come dimostra l’espulsione al 59’ di Berardi) e dall’impossibilità di fare gioco. Lo scorso anno la partita fu uno spartiacque per la stagione di entrambe le squadre: sarà interessante vedere quali effetti avrà questa volta.

Girandola di goal al Tardini tra Parma e Milan: nel posticipo serale i rossoneri sbloccano la partita con Bonaventura (25’) ma subiscono l’immediato pareggio dell’ex Cassano (27’), lasciato libero di colpire di testa in area di rigore. Stessa situazione per Honda (37’) che riporta in vantaggio i suoi, seguito dal 3-1 di Menez (45’) su rigore. Il Parma non si arrende ed accorcia con Felipe (51’) ma il Milan, in 10 contro 11 per l’espulsione di Bonera (58’), segna ancora con De Jong (69’). Risponde Lucarelli (73’) prima dell’espulsione di Felipe (77’) e del gran goal con cui Menez (79’) di tacco, segna il 5-3. Finale da brividi quando un infortunio di Diego Lopez causa l’autogol di De Sciglio (89’) ma il risultato resta inalterato: il Milan vince 5-4 nella partita più emozionante di questa giornata.

Crolla il Napoli in casa contro il Chievo, in un match poco brillante nel quale gli uomini di Benitez spingono molto ma non riescono a creare gioco, affidandosi ai lampi dei singoli per trovare la via del goal. Higuain conquista un rigore (26’) parato da un super Bardi, autentica saracinesca e protagonista dell’incontro. Il Chievo non rinuncia ad attaccare e fa rabbrividire il San Paolo con la traversa di Maxi Lopez (31’), ma il primo tempo si conclude a reti inviolate. Basta poco però per sbloccare la partita: ancora Maxi Lopez (49’) attraversa la difesa azzurra e segna con un diagonale sinistro sul quale Rafael non può intervenire. Il Napoli prova a reagire ma le conclusioni di Hamsik e Zapata vengono neutralizzate da Bardi: la partita scivola via e il Napoli subisce i fischi dei suoi tifosi delusi da questa prima sconfitta stagionale.

Nel lunch-match la Sampdoria batte un Torino non pervenuto con Gabbiadini (34’) su punizione e Okaka (79’). Negli altri match di giornata la Fiorentina impatta su un super Perin che decide il pareggio a reti inviolate tra i viola ed il Genoa, mentre la Lazio ha vita facile col Cesena vincendo con i gol di Candreva (19’), Parolo (56’) e Mauri (90’). Perde in casa il Cagliari che, contro l’Atalanta, subisce la segnatura di Estigarribia (4’) e il raddoppio di Boakye (67’): a poco vale il rigore di Cossu (86’) perché 2 minuti più tardi il portiere atalantino Sportiello evita il pareggio su tiro di Dessena.

In attesa del match di questa sera tra Verona e Palermo, ecco i risultati della seconda giornata di Serie A:

Empoli – Roma 0-1

Juventus – Udinese 2-0

Sampdoria – Torino 2-0

Fiorentina – Genoa 0-0

Napoli – Chievo 0-1

Cagliari – Atalanta 1-2

Inter – Sassuolo 7-0

Lazio – Cesena 3-0

Parma – Milan 4-5

Esposito Simone