Ennesima bocciatura per gli italiani, che i test PIAAC dell’OCSE indicano come ultimi della classe insieme agli spagnoli.

Ma cosa sono i test PIAAC dell’OCSE? 

Il PIAAC (Programme for the International Assessment of Adult Competencies) è un programma ideato dall’OCSE, l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, a cui hanno partecipato 24 paesi nel mondo e che ha lo scopo di conoscere attraverso un questionario e dei test cognitivi specifici le abilità fondamentali della popolazione adulta compresa tra i 16 e i 65 anni, concentrandosi sulle competenze ritenute indispensabili per partecipare attivamente alla vita sociale ed economica nel 21esimo secolo. L’indagine principale si è svolta in Italia tra settembre 2011 e marzo 2012 ed ha coinvolto circa 12.000 persone, individuate tra i membri di famiglie estratte dalle liste anagrafiche dei Comuni italiani con il supporto dell’ISTAT.

I risultati degli italiani? Pessimi su tutti i fronti: ci battono anche Paesi di recente sviluppo come la Repubblica Ceca, la Polonia e la Slovacchia, e l’unica nazione che ha fatto peggio di noi è la Spagna, ma solo nella fascia d’età dai 55 ai 65 anni.
L’OCSE nel suo rapporto ci tiene a precisare che in Italia e in Spagna meno del 5% dei partecipanti al test ha raggiunto i massimi livelli, mentre addirittura dal 27% al 30% dei partecipanti hanno dimostrato carenze nelle competenze più basilari di lettura, scrittura e matematica.

Giacomo Sannino