NAPOLI- Questa mattina dure proteste dei membri della ditta Appalti Storici davanti all’Ufficio Scolastico Regionale.
Gli operai lamentano la drastica riduzione dell’orario di lavoro da 4 a 2 ore, come spiega la signora Carmela:

”Gli operai degli Appalti Storici e gli ex Lsu  si trovano questa mattina sotto gli uffici dell’ex Provveditorato per lamentare che nonostante gli accordi stipulati a Roma il 1 Settembre, dove gli operai tornavano alle loro ore di contrattazione per riuscire a mantenere le proprie famiglie, il Ministero, insieme alle direzioni didattiche non hanno ancora deciso le scuole dove stanziare fondi (sono tanti soldi) per il decoro.
Attualmente esistono infatti operai che lavorano 2 ore e 56 minuti e ex Lsu a 7 ore e 15 minuti.
Questa è una situazione paradossale. Noi degli Appalti Storici siamo presenti nelle scuole dal 78′ ed avendo tutti i requisiti in questi anni, abbiamo assunto mansioni di bidelli, sorveglianza, assistenza, refezionisti e custodi.
Cerchiamo stabilità per poter mantenere le famiglie e pagare le tasse.
I sindacati e le aziende molto probabilmente hanno una visione distorta, pensando che il nostro sia un lavoro ormai giunto al termine.
Al 16 Settembre ancora non abbiamo notizie di una retribuzione completa dello stipendio e c’è stata proposta dai sindacati la cassa integrazione, perdendo però il 20% dello stipendio”-conclude Carmela

Intanto un’altra questione spinosa di quest’estate relativa alle 101 scuole ancora senza Dirigente Scolastico, sembra essere finalmente in via di risoluzione, come ci conferma il neo Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Luisa Franzese contattata telefonicamente dalla nostra redazione: ”Come ho già dichiarato ieri al TG3, sto provvedendo a formare una nuova Commissione ed entro un paio di mesi la situazione verrà risolta, presumibilmente entro il mese di Novembre.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteOasis of the Seas arriva a Napoli
Articolo successivoIl servizio dei Signori del Tennis
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II