QUARTO- Nei giorni 25 e 26 settembre, nei pressi del Piazzale Europa , gli studenti dell’ Isis di Quarto, allestiranno un mercatino in cui sarà possibile vendere ed acquistare libri a prezzi modici.
L’iniziativa, lodevole non solo dal punto di vista economico, intende soprattutto denunciare quelli che sono i costi troppo elevati dei libri di testo scolastici, a cui non tutti posso accedere.

I cambi di riforma, e la modifica di numerosi libri di testo, il caro libri e le famiglie ormai disperate per le troppe spese, hanno spinto il Collettivo dell’istituto a creare, in primis, un gruppo sul social network Facebook che ha raggiunto circa 1000 iscritti, in cui gli studenti posso accordarsi circa la compravendita di libri di testo, e, in seguito, ad aggregarsi a questa iniziativa che ha raggiunto ormai con grande successo, il secondo anno di attività. Il tutto gratuitamente.

Iniziative di questo genere, sono incoraggiate non solo dagli studenti, ma dalle loro famiglie stesse, che, in questo momento di crisi, possono garantire in tal modo un’istruzione ai loro figli.
Il Collettivo studentesco dell’istituto lavora autonomamente da circa 4 anni curando gli interessi degli studenti e dell’istituto, ed istituendo ogni anno iniziative di questo genere.
E’ una realtà autorganizzata, gestita da studenti e mandata avanti solo ed esclusivamente dal loro operato.
Realtà del genere, che operano sul suolo Quartese, sono la testimonianza di una profonda presa di coscienza da parte dei ragazzi, che in momenti di aggregazione come questo, mostrano un profondo spirito organizzativo.
Grazie a realtà del genere, che la cittadina di Quarto si sta rimordenizzando dalle basi, partendo dalla rieducazione etica e morale all’interno delle scuole.

Martina Vassallo