Peppe Grillo che su una specie di biga elettrica imita Ben Hur: l’ultima esagerazione di un esaltato.
Il comico genovese invita così, in un delirante video, il popolo grillino a prendere parte alla grande festa del Mo’ vi mento, che si svolgerà al Circo Massimo. Molti di voi si ricorderanno i grillini furiosi contro il sindaco Marino, aizzati dal loro capo che li aveva convinti della colpevolezza dell’amministrazione comunale sulla mancata autorizzazione. Tuttavia quest’accusa fu smentita dai fatti: a concedere l’autorizzazione furono infatti una serie di organismi, statali per lo più, riuniti in un tavolo tecnico posto a controllare l’agibilità della manifestazione in un monumento di grande importanza storica ed archeologica.

Ma il comico dalla biga non accenna a tutto ciò e, lungi dal chiedere scusa di un’ennesima campagna mediatica pregna di falsità – sempre utile ad incantare il suo popolino – e il suo “dagli al piddino” che è lo sport preferito di ogni grillino, preferisce elencare i re di Roma senza alcun senso logico e dimenticando pure il povero Tarquinio Prisco.

Così aveva commentato il coordinatore della maggioranza in consiglio comunale romano Fabrizio Panecaldo: “Finalmente, dopo che per settimane il leader maximo Grillo ha tentato di far credere all’Italia intera che Marino non soltanto non volesse concedere il Circo Massimo, ma che fosse competenza del Sindaco tale decisione, l’ok uscito dal tavolo tecnico interistituzionale mette in chiaro una volta per tutte la divisione di poteri tra chi indirizza e chi gestisce, cosa immaginiamo sconosciuta in casa grillina. Ora aspettiamo che il leader maximo, e i leader minimi del M5S che si sono affannati a sostenere la tesi fasulla del capo, vogliano altrettanto pubblicamente chiedere scusa per aver strumentalizzato il Sindaco Marino e per avere tentato di abusare della credulità popolare“. Io non ho ancora sentito le scuse di nessuno, e ormai sono passati più di dieci giorni. C’è da stupirsene? Al pubblico di Peppe va bene così.
“Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità” ha infatti ribadito Joseph Goebbels, al riguardo.

 

rifobenni

1 COMMENTO

Comments are closed.