NAPOLI- ”Narrerò ai cittadini italiani una storia in parte nota, e forse non conosciuta da tutti”. Luigi De Magistris nell’intervista concessa ai microfoni di Skytg24 è un fiume in piena. Dichiara infatti, la volontà di diffondere gli atti legati al suo periodo in magistratura.

”Non è una minaccia. Sono stato accusato – dichiara il sindacodi aver fatto troppe dichiarazione ai magistrati quando facevo il pm. Per questo vorrei riprendere le dichiarazioni che ho rilasciato allora all’autorità giudiziaria, in parte note”.

Ieri intanto in aula, dopo una maratona di 22 ore è passato il bilancio di previsione, salvando così ancora una volta la maggioranza.
Forte della fiducia appena ottenuta in aula De Magistris incalza: ”Ricostruirò il mio consenso giorno dopo giorno, e alla fine come sempre a decidere saranno i cittadini.
Le dimissioni non sarebbero un bene per Napoli, devono solo cacciarmi”.

Il sindaco poi si sofferma sullo spettro della sospensione che il prefetto potrebbe comminargli: ”La legge non prevede nessun automatismo. Quando finirà la sospensione, ce comunque non dovrebbe esserci perchè non sussistono le condizioni, noi saremo politicamente ancora più forti. Non scmpaio da Palazzo San Giacomo – tuona De Magistrisfarò quelle che più mi piace: sistemerò le aiuole con i miei concittadini, farò iniziative con loro.
”Non ci sarà un sindaco facente funzione, ma un vicesindaco che formalmente rappresenta il sindaco, altrimenti per quanto mi riguarda, questa esperienza è conclusa”

Intanto l’ex sindaco di Napoli ed ex governatore della regione Campania Antonio Bassolino dal palco di Città della scienza, dove si sta svolgendo la Fonderia delle Idee lancia un monito ben chiaro: ”Se come sostengono in molti la sospensione è un passaggio inevitabile, a me sembra inimagginabile sia la soluzione del vicesindaco, che è anche lui un condannato, sia che De Magistris possa andare avanti col governo della città da sospeso”.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedentePomigliano -prossime elezioni amministrative:nel Pd si respira aria di cambiamento
Articolo successivoMadrid – Barcellona: è in gioco l’indipendenza
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II