DAL NOSTRO INVIATO – Inaugurato questa mattina il nuovo studentato dell’Università L’Orientale di Napoli di via Brin, alla presenza del governatore della regione Campania Stefano Caldoro e dell’assessore campano all’istruzione Caterina Miraglia.

Alcuni studenti hanno contestato duramente la cerimonia chiedendo di intervenire per denunciare la situazione di totale definanziamento del diritto allo studio in Campania e con l’intento di spiegare le tragiche condizioni in cui versa la platea studentesca.

”Vogliamo essere invitati anche noi all’inaugurazione dello studentato, gli studenti siamo noi” – questi i cori dei manifestanti.

”Ci chiediamo perchè la regione Campania viene invitata ad una passerella, mentre gli studenti restano fuori” -afferma uno dei tanti studenti che protestano.

La digos ha bloccato i manifestanti, impedendo loro anche il volantinaggio.

”La contestazione è stata inserita nel percorso di mobilitazione delle 5 giornate di Napoli contro la BCE.
Denunciamo le corresponsabilità delle istituzioni europee per i vincoli alla spesa pubblica, per il mancato e poco trasparente uso dei fondi europei e per le direttive di aziendalizzazione e privatizzazione del mondo della formazione” – scrivono in una nota gli studenti di Aula Flex e LINK Orientale.

Alle ore 13 i manifestanti hanno provato senza successo ad entrare utilizzando l’uscita secondaria, venendo però prontamente  fermati dalle forze dell’ordine.

”Questa finta “carità” non può che renderci ancora più determinati nel portare avanti le nostre rivendicazioni.
A chi si vanta di soli 144 posti, per di più assegnati a prezzi esorbitanti e a fronte delle centinaia a cui ne avrebbero diritto gli studenti di questa città, abbiamo risposto che non ci accontentiamo degli spiccioli concessi e che non rinunceremo a farci sentire fino a quando il diritto allo studio non sarà garantito a tutti.  Fino a quando “Habemus domum!” non sarà più uno slogan vuoto, fino a quando l’istruzione universitaria sarà accessibile e garantita a tutti”- scrivono gli studenti del collettivo autorganizzato universitario.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl nuovo Messi di Luis Enrique
Articolo successivoHong Kong, più di 100mila a protestare
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II