NAPOLI-  A margine del suo intervento alla ”Fonderia delle Idee”, il ministro della Giustizia  Andrea Orlando, spiega l’iter da seguire per l’individuazione del candidato alla presidenza della regione Campania.
”C’è un arco di forze più ampio del Pd e del centrosinistra, perchè la drammaticità della crisi campana dal punto di vista economico e sociale e le difficoltà che sono alle spalle del centrosinistra consigliano questa strada.

“Il rischio che vedo – prosegue il Guardasigilli – è che tutto si esaurisca in una competizione di blocchi di consensi e che non si voglia invece legare le elezioni a una dimensione progettuale più forte trovando un filo conduttore di tutte le candidature. Chiunque vinca, i cittadini devono sapere che sarà interprete di un progetto che è di tutti.

Non vedo altra strada rispetto alle primarie. Cediamo un po’ della nostra sovranità e in cambio vi chiediamo di impegnarvi e di partecipare per superare anche modelli autoreferenziali che hanno caratterizzato la stagione politica alle nostre spalle.

Caldoro stia sereno: qui non parliamo di lui ma proponiamo idee e soluzioni” -ha concluso Orlando

Insomma chi si aspettava dalla “Fonderia delle Idee” uscisse il nome del possibile candidato alle regionali, sarà rimasto deluso.
Una cosa sembra essere certa: chiunque voglia correre per la poltrona di governatore della Campania dovrà passare per le primarie.
Incassato l’ennesimo no di Raffaele Cantone, sembra riemergere con forza la candidatura del sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, con lui la senatrice Saggese.
Staremo a vedere…

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteSindacati critici verso il Premier Renzi sull’art.18
Articolo successivo9N, ecco cosa sta accadendo in Spagna

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II