Il segno no goal caratterizza quasi tutti gli incontri della sesta giornata della Liga BBVA: l’unico incontro ad andare controcorrente è quello tra la Real Sociedad di San Sebastián ed il Valencia, che si sono neutralizzati. Degne di nota la goleada inaspettata dell’Atlético Madrid in casa contro il Siviglia e il punteggio tennistico con il quale il Barcellona ha annichilito il Granada di patron Pozzo. Si è chiusa dunque la 8 giorni non-stop che tra venerdì 22 e domenica 28 ha visto susseguirsi 30 incontri per 3 giornate della massima divisione spagnola.

Gli incontri della 6° giornata di Liga BBVA

Elche 0-1 Celta Vigo: tocca ancora all’Elche fare gli onori di casa ed aprire con l’anticipo della giornata. Come nel venerdì precedente contro l’Eibar, i padroni di casa non riescono a trovare i 3 punti: a regalare la partita ai galiziani è la rete di Nolito al 90′.

Villareal 0-2 Real Madrid: anche stavolta sono i blancos ad aprire il sabato della Liga BBVA, visitando il submarino amarillo al Madrigal. Ci pensa il croato Luka Modric ad aprire le marcature al 32′ con un tiro da fuori area, ed al 40′ il solito Cristiano Ronaldo raddoppia insaccando il facile suggerimento di Karim Benzema. Unica altra nota del match il cartellino giallo per Sergio Ramos nei pochi minuti intercorsi tra le due reti madridiste.

Barcellona 6-0 Granada: si scrive Camp Nou, si legge Wimbledon. Tentare il contropiede non sempre paga, soprattutto quando gli avversari, che hanno una tecnica di palleggio sopraffina, la palla non te la fanno vedere se non in fondo alla rete. Neymar al 26′, Rakitic al 43′, ancora Neymar due minuti dopo. Potrebbe già bastare, ma nella Liga conta anche la differenza reti per stabilire la classifica, e prima del match pur se a pari punti c’è il Valencia davanti ai catalani: per questo motivo Messi segna al 62′, Neymar firma la tripletta al 66′ ed ancora Messi chiude le marcature al minuto 82. Il Barcellona vince e va a quota 16.

Atlético Madrid 4-0 Siviglia: colchoneros forza 4 al Vicente Calderón, 4 come gli atti della Carmen di Bizet, ambientata a Siviglia. Non è forse un caso che i madrileni travolgano una squadra, quella andalusa, che ha avuto un ottimo inizio di stagione; l’undici di Simeone sembra essere combattivo quando affronta avversari di livello. Al 19′ è Koke ad aprire le marcature, ed al 42′ ci pensa il giovane Saúl a raddoppiare, mandando le squadre al riposo sul 2-0 casalingo. La gara prosegue, ed ha una vampata negli ultimi 10 minuti: all’83’ è Raul Garcia a trasformare un rigore, ed infine all’89’ è il messicano Jimenez a fissare il punteggio sul 4-0.

Levante 0-2 Rayo Vallecano: anche la terza squadra di Madrid, originaria del quartiere operaio di Vallecas, si unisce al circolo vincente delle cugine più blasonate. A farne le spese i valenciani del Levante, grazie alla doppietta di Leo Baptistao nel primo tempo. Fortunatamente non incisivo il rigore fallito da Alberto Bueno nella ripresa, che avrebbe altrimenti incrementato il risultato.

Athletic Club 0-0 Eibar: il nuovo derby basco si conclude a reti inviolate al San Mamés. Da segnalare gli 11 ammoniti complessivi in un match combattuto e la partenza da titolare, nell’Eibar, di Federico Piovaccari.

Getafe 1-0 Malaga: la comunità di Madrid appunta anche la tacca del Getafe alle vittorie di giornata. È sufficiente ai padroni di casa la rete di Michel al 25′ per portare a casa i 3 punti. Da segnalare al 92′ l’espulsione di Welington, difensore brasiliano assurto alla ribalta del web per aver spinto a terra Leo Messi, che gli aveva dato del “hijo de puta”, durante il turno infrasettimanale. Non proprio uno stinco di santo, lui che di stinchi ne ha colpiti parecchi.

Deportivo La Coruña 0-1 Almería: contropiede contro contropiede, l’Almeria si impone con quello finale al 92′, firmato da Mendez con un tiro incredibile.

Real Sociedad 0-0 Valencia: il Valencia arriva a San Sebastián da capolista, e sa che deve imporsi se vuole continuare a sognare, perché il Barcellona ha vinto la sua partita il giorno precedente. Al 15′ Gil finalizza l’assist di Paco Alcacer, ma è poi l’ingrato Sergio Canales a firmare al 36′ l’1-1 con il cliché del gol dell’ex. Le velleità di primo posto della squadra di Nuno Espirito Santo sono fermate, o forse solo rimandate.

Cordoba 0-0 Espanyol: chiude la domenica e la giornata l’empate senza reti tra il Cordoba ed i barcellonesi biancoblu. L’unica nota di colore del match sono i 6 ammoniti tra i 12 giocatori catalani scesi in campo.

Curiosità: il Barcellona, insieme alla Juventus, è l’unica squadra europea a non aver subito goal in campionato.

Classifica

Barcellona 16
Valencia, Atlético Madrid 14
Siviglia 13
Real Madrid, Celta Vigo 12
Villarreal, Eibar, Rayo Vallecano, Almería, Granada 8
Espanyol, Malaga, Getafe 6
Real Sociedad 5
Athletic Club, Deportivo La Coruña, Elche, Levante 4
Cordoba 3

Simone Moricca