Caparezza ha smentito in modo drastico e seccato le voci, a dire il vero poco diffuse, che lo avrebbero reso protagonista di un ennesima bufala pentastellata: la sua presunta partecipazione a “Italia a 5 Stelle” – manifestazione grillina che si svolgerà al Circo Massimo e al quale parteciperanno numerosi cantanti. Drastico e seccato, ripeto, perché non si è trattato di una smentita tiepida ma di una liberatoria scrollata da dosso di un peso che evidentemente non vedeva di togliersi.
Ammetto sin da subito la mia parzialità: sono fan sfegatato del rapper molfettese da tempi immemori. Una cosa che mi ha sempre dato fastidioso imbarazzo è proprio quella voce che girava, non del tutto priva di fondamento, sulla simpatia di Caparezza per il Mo Vi Mento. Insomma il fondamento non era molto solido, perché basato su una dichiarazione dello stesso cantante durante uno dei V-Day, circa sei anni fa, che lo vedeva dichiarare la sua simpatia e ammirazione per Beppe Grillo e Marco Travaglio, senza tuttavia che questo messaggio potesse essere interpretato come un endorsement. Ma la speranza da parte dei grillini c’era eccome e la voce fastidiosamente di un appropriamento di immagine doveva essere già da tempo giunta all’orecchio di Michele. E allora un immagine fake prodotta da una pagina poco seguita collegata al movimento è diventata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Personalmente non posso che sentirmi sollevato, ora che mi sono tolto definitivamente questo dubbio – e nel migliore dei modi – ma per lui le conseguenze di questa presa di posizione sono state le classiche reazioni isteriche della ggente, tra le quali l’uso dell’insulto gratuito e l’accusa di essere un piddino. Niente di nuovo sotto al sole.

rifobenni