Intervista a Domenico Fabbricini Direttore Editoriale FcInterNews.it, a cura di Fabio Palliola.

Quest’Inter costruita ad immagine e somiglianza di Mazzarri, quanto può andare lontano in Serie A?

“Difficile dire dove può arrivare, siamo appena agli inizi. Di sicuro è una squadra molto pragmatica che punta molto al risultato, e in Italia si bada soprattutto a questo. Forse un po’ troppo “dietro”, va migliorato lo sviluppo del gioco però ha le carte in regola per dire la sua, visto anche il rafforzamento sul mercato (tranne la famosa punta mai arrivata).”

Quali sono le differenze tra il rapporto che Mazzarri ha con Tohir rispetto a quello con De Laurentiis?

“Un rapporto molto diverso, in primis per la lontananza: una cosa è avere un presidente che può venire a parlarti in qualunque momento, un’altra è aspettare i suoi viaggi dall’Indonesia. I due poi sono agli antipodi caratterialmente: vulcanico ed estroverso De Laurentiis, più freddo e calcolatore il secondo.”

L’intrigo Guarin-Juve la farà da padrone anche nella prossima sessione invernale di calciomercato?

“Non penso che possa riaprirsi nuovamente la telenovela Guarin-Juve. E’ già stata tirata troppo per le lunghe e lo stesso colombiano ha da poco giurato fedeltà all’Inter (non sarebbe stato il massimo per lui e per i tifosi vivere da separati in casa). Un nuovo tira e molla con la Juve vorrebbe dire rompere definitivamente i rapporti.”

Nonostante il periodo di crisi, il Napoli resta ancora una squadra temuta dalle milanesi?

“Il Napoli resta assolutamente una squadra temibile, ha un organico di prim’ordine ed è stata costruita per vincere. Penso che l’attuale momento sia solo momentaneo frutto di una serie di circostanze.”

Benitez alla corte di De Laurentiis, sta ricommettendo gli stessi errori di quando era in forza all’Inter di Moratti?

“Benitez, per come ho avuto modo di conoscerlo, è abituato dal calcio inglese a ragionare da manager e quindi prendere parte anche alle operazioni di mercato. All’Inter chiese alcuni giocatori a Moratti che non gli furono acquistati, e a dicembre fece la famosa “sparata” puntando il dito contro la società sapendo che ciò lo avrebbe allontanato. Ora non conosco bene il suo attuale rapporto con De Laurentiis, ma mi sembra che anche a Napoli non sia stato accontentato come desiderava nell’ultima sessione di mercato, ma è difficile ora dire se ciò porterà alla stessa reazione che ebbe all’Inter.”

Di seguito il sito ufficiale di Domenico Fabbricini: Clicca qui

Fonte immagine in evidenza: facebook.com

Fabio Palliola