Cala il sipario sulla sesta giornata di Serie A, una domenica che verrà ricordata a lungo per le polemiche del big match tra Juventus e Roma.

È il primo incontro stagionale tra le due capolista a catalizzare l’attenzione dei tifosi: allo Juventus Stadium si gioca una partita difficile e nervosa, sbloccata nel finale da Bonucci dopo un primo tempo pesantemente condizionato dall’arbitraggio. La partita è infatti segnata dai continui errori della terna arbitrale,; il risultato è di 3-2, con la Juve che va in vantaggio con rigore di Tevez (25’); la Roma rimonta con Totti su rigore (27’) ed Iturbe (44’), prima del nuovo pareggio di Tevez (46’) su rigore nel recupero. Nel secondo tempo il gol di Bonucci (85’) fa saltare il banco ed i nervi alla Roma, che nel post partita lamenta i torti subiti con le dure parole di Totti e Sabatini.

La Serie A non è solo Juve-Roma: Napoli e Inter devono rialzare la testa dopo un inizio di campionato altalenante. I nerazzurri arrivano tesi al match del Franchi di Firenze, e la Fiorentina ne approfitta due volte allo stesso modo: nessun difensore sale a disturbare il portatore di palla e prima Babacar (7’) e poi Cuadrado (19’) trovano il gol con due gran tiri dalla distanza. Il 3-0 di Tomovic (76’) evidenzia tutti i limiti difensivi dell’Inter e fa traballare la panchina di Mazzarri.

Il Napoli ospita il Torino e cerca di dare continuità alla vittoria col Sassuolo. Il compito è reso difficile dal gran gol di Quagliarella (14’) partito al limite del fuorigioco, il Napoli gioca bene e cerca il pareggio: il primo tempo si chiude in svantaggio dopo la doppia occasione di Higuain, la gran parata di Gillet su Inler ed  il palo di Insigne, che sbaglia anche un gol a tu per tu con il portiere, . Il secondo tempo continua come da copione e il Napoli colpisce il secondo legno con Michu, prima del pareggio di Insigne (55’) su assist di Zuniga. I partenopei vogliono la vittoria e segnano con Callejon (72’), guadagnando tre punti importanti per la classifica ed il morale di una squadra che, per la prima volta in stagione, ha mostrato di avere carattere. Il Torino chiede un rigore per un presunto tocco di mano di Zuniga nel recupero: la partita finisce in polemica ed El Kaddouri viene espulso.

Torna a vincere anche il Milan, che sconfigge il Chievo con un secco 2-0 che regala a Inzaghi il successo dopo tre turni senza vittorie. I clivensi reclamano un rigore per fallo di Alex su Maxi Lopez, ma l’arbitro lascia correre e il primo tempo si chiude sullo 0-0: buon Milan, che non trova la via del gol. Serve una gran volée di Muntari (55’) per sbloccare il risultato, il Chievo va vicino al pareggio con un contropiede 3 contro 1 sciaguratamente sprecato da Lazarevic prima di subire il raddoppio di Honda (78’), che segna su punizione il suo quarto gol stagionale.

Ottima vittoria della Sampdoria che sconfigge l’Atalanta con gol di Gabbiadini (36’) e, approfittando dello stop dell’Udinese, vola al terzo posto in classifica ad un punto di distanza dalla Roma. Il Cesena impatta ad Udine su uno straordinario Karnezis, bravo a chiudere la porta in più occasioni e a conservare l’imbattibilità prima e dopo il vantaggio, raggiunto con il gol di Fernandes (62’). Su un rigore dubbio Cascione (92’) sigla il pari finale. Parma ancora a secco in casa: il Genoa, in vantaggio con Perotti (53’) e in 10 per l’espulsione di Roncaglia (55’), viene raggiunto da Coda (67’) ma trova in extremis il gol vittoria di Matri (93’).

L’Empoli demolisce il Palermo con gol di Maccarone (4’), Tonelli (33’) e Pucciarelli (63’), al terzo gol in tre partite: Palermo mai sceso in campo e ultimo in classifica. Tre gol anche per la Lazio che ospita il Sassuolo all’Olimpico: al doppio vantaggio di Mauri (9’) e Djordjevic (25’) risponde Berardi (26’), ma prima dell’intervallo la Lazio segna ancora con Candreva (35’). Nel secondo tempo Cana commette fallo in area e viene espulso, mentre Berardi (50’) mette a segno la doppietta personale. Rosso anche per Peluso (62’), ma il risultato non cambia. Il Verona batte un buon Cagliari che controlla il gioco per buona parte del match ma è impreciso sotto porta. Nel secondo tempo gli scaligeri colpiscono due traverse con Jankovic e Toni prima del gol vittoria di Tachtsidis (88’).

TUTTI I RISULTATI DELLA 6° GIORNATA DI SERIE A

Verona – Cagliari 1-0

Milan – Chievo 2-0

Empoli – Palermo 3-0

Lazio – Sassuolo 3-2

Udinese – Cesena 1-1

Parma – Genoa 1-2

Sampdoria – Atalanta 1-0

Juventus – Roma 3-2

Napoli – Torino 2-1

Fiorentina – Inter 3-0

Simone Esposito