POMIGLIANO D’ARCO – Vi è già aria di polemica nella cittadina pomiglianese in vista del prossimo Natale.
Il motivo ?
La questione riguarda, anche quest’anno , l’allestimento delle luminarie e dell’ingente somma richiesta. Le prime accuse sono partite dal Movimento 5 stelle attraverso il social network Facebook.
I pentastellati si sono scagliati contro l’amministrazione comunale di Pomigliano dal momento che il comune dovrà tollerare una bella spesa per l’abbellimento della città nel periodo natalizio. Qualche giorno fa è stata promossa la determina dirigenziale, n. 1.506, per stabilire la gara d’appalto.Ciò che emerge dall’atto pubblico è il costo delle luminarie, equiparabile a 120 mila euro.
Tale investimento sembra essere uno degli obiettivi del governo cittadino, attraverso il quale vorrebbero promuovere e valorizzare l’attività commerciale del paese. D’altro canto i Grillini contestano : ”il nostro sindaco deve essere stato folgorato dalle luci di Natale per spendere sei volte di più rispetto al 2011( la somma, allora era di 19.000 euro per le luminarie) e per arrivare a raddoppiare l’importo rispetto all’anno precedente , quando furono già spesi 60 mila euro. Per di più la ditta che si occupa delle luminarie è sempre stata la stessa ”.

E per corroborare la sproporzione dell’ingente spesa,paragonano Pomigliano a Torino,dove ogni anni vi sono le “luci d’artista “.
Di conseguenza , bisogna aggiungere che nel capoluogo piemontese , che conta 900mila abitanti, vengono spesi circa un milione di euro , ovvero poco più di un euro per ciascuno abitante mentre a Pomigliano, che ha una popolazione al di sotto dei 40 mila abitanti, si arriverà ad avere una spesa pro-capite di 3 euro . Il sindaco Raffaele Russo risponde così ai Grillini : ” la spesa quest’anno delle luminarie sarà più alta visto che le saranno installate in tutti i parchi pubblici di Pomigliano – e riguardo al paragone con la città di Torino, il sindaco aggiunge –  a Torino fui ospite di Fassino e le luminarie sono ridicole, noi invece vogliamo realizzare cose belle.
I grillini però chiedono perché queste cose prima non andavano fatte ?  Il sindaco : ”Prima si facevano spese esagerate, con le quali i consiglieri e gli assessori si pagavano il loro viaggi,io oggi con quei soldi voglio il meglio per la mia città ”.

Marianna Allocca