“Per tutta la vita ho sostituito questo mondo immergendomi nei libri,ma non si può vivere per sempre nel paese del “e vissero tutti felici e contenti…”

Il drammatico romanzo della Hoover ancora una volta riesce ad abbattere i confini del mondo letterario posizionandosi ai primi posti in classifica del New York Times. L’autrice, aveva già conquistato i lettori in precedenza con i due romanzi “Tutto ciò che sappiamo dell’amore” e il suo seguito “Pont of Retreat” ma “Le coincidenze dell’amore” sembra essere un vero e proprio bestseller che a tratti enfatizza il celebre romanzo Twilight e le famose Cinquanta Sfumature della E.L James tanto da rientrare nel target “new adult” per l’importanza dei temi trattati e la loro delicatezza.
Sky ha diciassette anni e non conosce l’ebbrezza del vero amore.
La sua adolescenza è stata molto difficile a causa del comportamento autoritario e severo dei genitori al punto da non riuscire a provare o a percepire alcuna emozione, dolcezza.
Ogni volta che ha baciato qualcuno ha solo sentito il desiderio di annullarsi finchè, Dean Holder, non ha sconvolto la sua esistenza mettendo a nudo ogni sua fragilità.
Holder ha in realtà due personalità in perenne contrasto tra loro. A volte sembra essere premuroso, a volte scontroso e oltretutto non giova di una buona reputazione a causa del suo passato violento trascorso in riformatorio.
Ma si sa, quale ragazza non sembra essere attratta subito dal lupo cattivo?
Sky prova a mantenere le distanze ma non può resistere al suo fascino e soprattutto al suo essere misterioso.
Il loro legame si intensificherà sempre più ed entrambi i personaggi, insieme, andranno alla ricerca della verità e di un passato sempre più spaventoso ed inquietante che li accomuna.
Nonostante si tratti di un libro in cui i personaggi sono poco più che adolescenti si evidenzia subito la maturità e la forza d’animo con cui fronteggiano i priori destini abbattendo quelle paure che da sempre li avevano scalfiti e resi vulnerabili.
Sabrina Mautone
CONDIVIDI
Articolo precedenteLa comicità e il dramma: i due volti di Jim Carrey
Articolo successivoPartigiani: perché esserlo ancora?

Sabrina Mautone nasce a Napoli il 18 Maggio 1996. Laureata in Lingue, culture e letterature moderne europee alla Federico II e laureanda presso l’Università Statale di Milano in Lingue moderne per la comunicazione e cooperazione internazionale. Amante della scrittura, letteratura e fotografia. Vince il premio Librandosi da giovanissima.