Oggi, domenica 12 ottobre, a Fuorigrotta presso il Palapartenope avrà luogo il “Discodays”, fiera che si svolge due volte all’anno, ad aprile e ottobre, giunta quest’anno al XII incontro. La mostra avrà inizio dalle ore 10:00 alle ore 21:00, il prezzo d’ingresso è di 4 euro ma è gratis per i minorenni che entrano prima delle 13:30. E’ un evento storico e di grande importanza per la città Partenopea, caratterizzato dall’esposizione di tantissimi oggetti introvabili quali vinili, oggetti di culto, CD, direttamente dai negozi più importanti d’Italia. I visitatori avranno a disposizione tanto materiale musicale, eventi, mostre e negozi.

Alle ore 18, inoltre, sarà consegnato a Tony Esposito il premio DiscoDays che rende omaggio al  celebre  musicista, cantautore e percussionista italiano per la sua versatilità ritmica, perfetto connubio tra world music, etnica, funk e jazz, che ha conferito un’importante impronta al “Neapolitan Power”. Il musicista, per l’occasione, presenterà il suo album inedito “Kostabeat!” lavoro realizzato in collaborazione con il pittore e compositore americano Mark Kostabi.. Una raccolta di undici brani, un mix di  elettronica, dance e jazz. Caratteristica fondamentale del “Discodays” sono sicuramente le mostre presenti: come quella di Antonio Sciotti dedicata al Festival della Canzone Napoletana, manifestazione organizzata dalla Rai dal 1952 al 1970, alla quale parteciparono grandi artisti o la mostra “Icone Rock su Vinile” realizzata dal pittore Alessandro Ferrara che esporrà opere pittoriche degli artisti più illustri sul disco in vinile,  l’artista è uno dei precursori di una particolare tecnica di pittura sul disco in vinile. Attivo sin dal 1980 ha dipinto centinaia di rockstar su vinile creando un genere che vanta numerosi tentativi di imitazione ed infine abbiamo la quarta edizione della “Mostra fotografica di musica a scatti” con lo scopo di creare un connubio tra la musica e la fotografia.

Per gli amanti della musica, la musica fatta di vinili e di gira dischi, il Discodays è un evento al quale non possono mancare. Si avrà la possibilità di toccare con mano la storia di alcuni dei dischi musicali più antichi ed ascoltare consigli dai più grandi esperti italiani a riguardo. Inoltre, per i giovani, che ormai collegano la parola ” suono” alla suoneria dello smartphone,quella di oggi può essere un occasione per assaporare nuove melodie non solo attraverso l’udito ma anche attraverso il tatto. Toccare un vinile è senz’altro un modo per viaggiare nella storia della musica e ritrovarne i valori ormai persi.

Sotto elencato, il programma della giornata al “Discodays”

  • ore 11.00: presentazione album “Noia Noir” de “I Pennelli di Vermeer” e  “Dramedy” di “The Shak and Speares”
  • ore 12.00: DJ set vinilico in collaborazione con “Save the Vinyl” e “Vinyl Session”.
  • ore 16.30: dibattito su “L’evoluzione della musica: prima e dopo internet” a cura di Associazione Nazionale Sociologi.
  • ore 18.00: Assegnazione Premio DiscoDays a Tony Esposito e Premio “Rete dei Festival” a JFK e La Sua Bella Bionda
  • ore 19.00: Presentazione  delle band “La Pankina Crew”, “Titoli di Coda” e “Oyoshe

Elena Ravel