NAPOLI – Delusione evidente per i due seggi mancati di un soffio lo si legge sul volto di Tommaso Sodano, sindaco di Napoli facente funzioni, il quale, però non perde tempo e getta subito acqua sul fuoco: ”Non bisogna caricare di eccessivo peso politico le elezioni per la Città metropolitana. In queste elezioni è mancato il Movimento 5 Stelle, che è una realtà importante del nostro paese e bisogna tenerne conto”.
Sodano poi affronta l’annosa questione del regolamento del nascente organo metropolitano e dice:”Bisogna scrivere insieme le regole della Città metropolitana, nel rispetto delle minoranze e ascoltare anche forze non rappresentante nei consigli comunali”.
Il voto, ha sancito un sostanziale pareggio tra centrosinistra e centrodestra, mostrando quindi che c’è equilibrio tra i due poli in questa fase.
Poi arriva l’attacco:’‘Alcuni consiglieri non hanno votato come si erano impegnati a fare, ma ritengo che non vi sia una strategia, ma che lo si sia fatto con un atto di superficialità, di leggerezza che ha fatto prevalere conoscenze personali”.

Rammaricato anche De Magistris:”Con una maggiore compattezza, la lista sarebbe potuta essere la prima lista della Città metropolitana”.

”I numeri maturati alle elezioni per la Città metropolitana impongono una fase costituente improntata al senso di responsabilità di tutti gli schieramenti – dichiara soddisfatto Stefano Caldoro, governatore della regione Campania.
Caldoro poi prosegue, parlando del panorama nazionale:”Lì alcune forze sono al Governo con Renzi, mentre altre sono all’opposizione. Qui siamo uniti ed amministrati insieme. Per carità è anche logico e giusto che Forza Italia e Fratelli D’Italia rivendichino il maggiore spazio, ma è atrettanto legittimo rivendicare l’autonomia, altrimenti il centrodestra finirebbe per diventare una caserma”.

Parlando delle regionali l’attuale numero uno di Palazzo Santa Lucia, su De Luca dice:”E’ un’ abile comunista di lungo corso che ha sfruttato le falle che si sono aperte”.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteMaltempo, due vittime in Toscana
Articolo successivoNBA: il ritorno dei giganti
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II