36 VOLTE ĐOKOVIĆ-FEDERER – Due icone, due titani, due Signori del Tennis che ci offrono uno spettacolo ineguagliabile dal lontano 2006, quando si affrontarono a Monte Carlo per la prima volta.

Nella loro personalissima classifica è Roger Federer a condurre per 19 vittorie contro le 17 di Novak, ma il serbo può consolarsi con la classifica ATP di cui è ancora il re, nonostante sia stato battuto al Masters 1000 di Shanghai proprio dallo svizzero. Nole spadroneggia dall’alto dei suoi 11.150 punti, seguito a ruota da Federer (9080 pti.) che, grazie anche alla vittoria del torneo di Shanghai, ha scavalcato Rafael Nadal.

Un altro dato interessante, che mette in risalto la forza dei due fuoriclasse, sta nel fatto che 10 dei 36 incontri disputati tra i due fossero finali e 20 semifinali: ciò dimostra che Đoković e Federer si sono sempre battuti ad altissimi livelli. Oltre al numero di vittorie è doveroso sottolineare che i due hanno anche sei anni di differenza: l’8 Agosto del 1982 nasceva Roger,il 22 Maggio 1987 Novak. Questo sottolinea la straordinarietà di Federer che riesce, a 33 anni, ad essere ancora uno dei tennisti più abili e competitivi al mondo.

FEDERER, THE KING – Se è innegabile che al comando della classifica ATP ci sia Đoković, Federer è comunque considerato dagli addetti ai lavori il più grande tennista della storia di questo sport. Lo svizzero detiene, tra gli altri, il record di permanenza in vetta alla classifica ATP, riuscendo ad arrivare a 302 settimane totali, superando Peter Sampras, ex tennista statunitense, che può vantare solo 286 settimane. Federer detiene inoltre il record per il maggior numero di titoli vinti in singolare nei tornei del Grande Slam (17) ed è stato il primo giocatore a vincere tre tornei del Grande Slam nello stesso anno dal 1988: nel 2004, infatti, Roger ha vinto gli Open d’Australia, il Torneo di Wimbledon e gli Open degli Stati Uniti.

Per sapere tutto dell’ultima vittoria di Federer, Clicca qui

I RECORD DEL SERBO – Đoković, dal canto suo, detiene il record di vittorie consecutive (31) nei tornei Masters 1000 ed è anche l’unico giocatore ad aver vinto almeno una volta 8 tornei in diversi Masters 1000. Un primato di cui potrà fregiarsi per sempre è sicuramente quello che ha ottenuto riuscendo a battere per primo Nadal in tre finali ATP World Tour Masters 1000: nel 2011 a Madrid e a Roma e nel 2013 a Monte Carlo.

Come ha detto il giornalista Rino Tommasi, “non è un giocatore che incanta, non ha il repertorio e la varietà di colpi di Federer, né la caparbia ferocia agonistica e l’esplosività di Nadal ma amministra con ordine e con ammirevole continuità le sue qualità” e ciò lo ha portato a essere considerato da un grande sportivo come Dejan Stankovicil miglior atleta serbo di tutti i tempi” . Vincenzo Martucci, anch’egli giornalista, riferendosi invece a Federer ha affermato che “(…)ha doti naturali che tutti vedono tradotte nei colpi, ma che partono dall’occhio e dalle gambe(…)”.

Insomma, tentare di fare un paragone serrato tra Đoković e Federer non è possibile al 100% ma è innegabile che i grandi campioni abbiano un tratto in comune: vincono tutto.

Fonte immagine in evidenza: www.dailyindia.org

Fonte citazioni: parole di Vincenzo Martucci e Rino Tommasi tratte da www.gazzetta.it; parole di Dejan Stankovic tratte da www.corrieredellosport.it

Luigi Santoro