NAPOLI –  Dopo il crollo di martedì mattina di alcuni calcinacci dal soffitto e il sit-in pacifico di ieri davanti alla sede della Provincia di Napoli, gli studenti del liceo Classico Umberto I, di Chiaia, questa mattina alle 7:50, sono tornati a protestare all’esterno dell’istituto, chiedendo maggiori controlli di sicurezza.

Molti studenti, infatti, non ritengono più sicura la loro scuola, dopo il crollo di parte della controsoffittatura.
I manifestati hanno esposto uno striscione davanti alla scuola con una scritta: ”Chi vuole entrare entri”.
“Una ragazza è salva per miracolo – dicono – i calcinacci hanno sfiorato il banco in cui sedeva. Vogliamo garanzie sulla sicurezza dell’edificio”.
”È vero – dice il Preside Ennio Ferrara – a scuola si viene per imparare ed i miei alunni devono fidarsi di me che ho a cuore la loro sicurezza e mi adopero per mantenere integre tutte le strutture dell’istituto. Non esistono più rischi di crolli”. Il Dirigente ha poi incontrato questa mattina i genitori degli studenti, ai quali ha mostrato loro un documento della Provincia che attesta l’esecuzione degli interventi di messa in sicurezza nell’istituto dopo il crollo di calcinacci all’interno di un’aula avvenuto martedì scorso.
”Non è la prima volta che al liceo Umberto si verificano episodi del genere’, si è sempre tamponato con delle perizie, dopodichè è subito tornata l’agibilità della scuola – aggiunge una studentessa.
L’aula dove è avvenuto il crollo è stata chiusa, mentre sono state spicconate tutte le altre aule dove c’erano dei rigonfiamenti.
Dopo le due giornate di protesta nell’edificio di via Chiaia sono iniziati i lavori di messa in sicurezza dell’istituto.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteComacchio, sindaco grillino cacciato dal M5S
Articolo successivoTempesta finanziaria in vista, giù tutte le Borse

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II