Prosegue il nostro viaggio alla scoperta delle novità riservateci dal Festival internazionale di Lucca: la rassegna dedicata ai fumetti, ai giochi e ai cosplay, che unisce in sé un vasto programma di mostre, spettacoli e appuntamenti con artisti ed esperti del settore. Ad aprire le danze dell’edizione 2014 di Lucca Comics & Games saranno le mostre allestite nelle splendide sale di Palazzo Ducale, visitabili, a ingresso gratuito, già a partire da sabato 18 ottobre.

 Eccone alcune:

  • Silver: dal pollaio alle stelle. Il papà di Lupo Alberto, al secolo Guido Silvestri, premiato nella scorsa edizione al Gran Guinigi come Maestro del Fumetto, in occasione dei quarant’ anni dalla prima apparizione su carta della sua creatura, sarà il protagonista di una ricca selezione di tavole originali che ripercorreranno la sua lunga carriera.
  • Riflessi di realtà. Nata dalla collaborazione con lo Japan Media Arts Festival, l’esposizione a Palazzo Ducale avrà come protagonista lo straordinario Hirohiko Araki, maestro del fumetto giapponese che con l’Italia ha un rapporto davvero speciale. La mostra sarà, infatti, dedicata alle rappresentazioni della quotidianità in Jojolion, ottava serie del fortunato manga Le bizzarre avventure di JoJo; capolavoro di Araki in corso da quasi trent’anni.
  • Gabriele Dell’Otto: la speranza della Bellezza. All’autore del manifesto dell’edizione 2014 della rassegna sarà dedicata un’ampia mostra a Palazzo Ducale. Divenuto uno dei più noti e amati fumettisti italiani grazie alle sue illustrazioni supereroistiche e alle sue pubblicazioni per la Marvel USA, saranno esposte a Lucca alcune delle sue più iconiche opere: dalle tavole di Secret War e Sex and Violence fino alle copertine di Original Sin e Annihilation, insieme agli originali del nuovissimo Spiderman – Family Business e alle tele della Divina Commedia che illustrano l’Inferno. Da segnalare anche che la Sergio Bonelli Editore presenterà in esclusiva a Lucca anche una copertina variant di Orfani: Ringo, realizzata proprio da Dell’Otto.
  • The Walking Dead: da fumetto indie a fenomeno globale. Anche la storia di Rick Grimes e del suo celebre gruppo di sopravvissuti all’apocalisse zombie, che ha preso forma sulle pagine del fumetto creato da Robert Kirkman e illustrato da Tony Moore e da Charlie Adlard, merita uno spazio a sé. La serie a fumetti edita da Image Comics negli USA e da saldaPress in Italia, resa globalmente nota dal seguitissimo serial tv targato AMC, sembra essere divenuta, ormai, un vero “classico contemporeneo”.

 Ma Lucca è pronta ad aprire le porte anche ad altre mostre dedicate al fumetto. A partire dal 30 ottobre, infatti, sarà possibile visitare:

  • Icone. Un viaggio attraverso i grandi autori del passato e del presente. Un progetto volto a creare un mosaico di spunti artistici, che quest’anno inizierà il suo percorso con tre grandi nomi: Aurelio Galleppini, meglio noto come Galep, creatore grafico di Tex; Guido Crepax creatore della sensuale Valentina e Mike Deodato Jr., celebre per la sua produzione supereroistica.
  • The New Old Boy: la nuova vita di Dylan Dog. Presso la Chiesa dei Servi saranno esposte le tavole originali dei prossimi numeri del fumetto con protagonista il celebre indagatore dell’incubo di Craven Road. Il personaggio creato da Tiziano Sclavi nel 1986 e affidato oggi alle cure di Roberto Recchioni sta, infatti, vivendo una fase di grandi cambiamenti. Un’evoluzione che terrà l’old boy al passo con i tempi.
  • Un maestro dallo spazio profondo. L’artista napoletano Maurizio Manzieri, tra le voci più autorevoli nel panorama mondiale dell’illustrazione fantasy e fantascientifica, vincitore del Chesley Award nel 2003, porta a Lucca i suoi lavori. Ispirato da artisti che hanno dettato le regole dell’iconografia Sci-fi, ha saputo anche innovarla attraverso l’affermazione della tecnologia digitale nell’arte.

Grandi appuntamenti, quindi, con il fumetto nostrano e internazionale già a partire da questo weekend. Mentre Lucca Comics si avvicina, le novità continuano ad aumentare. Restate con noi per saperne di più.

Luciana Tranchese