L’ottava giornata della Liga BBVA si caratterizza per la tendenza della vittoria a zero: sono infatti 7 gli incontri terminati con un’affermazione senza che la squadra sconfitta riuscisse a segnare perlomeno il goal della bandiera.

Levante 0-5 Real Madrid: Real che parte subito in attacco, con due occasioni di Cristiano Ronaldo. Pur senza un ritmo frenetico, il Madrid va in vantaggio grazie ad una penetrazione del Chicharito che provoca il fallo di Juanfran: realizza Ronaldo dal dischetto al 13′. Il Levante non riesce a creare veri pericoli, fino al colpo di testa di Hernández al 37′ su cross di James Rodríguez che vale il raddoppio madridista. Anche dopo l’intervallo, la filosofia di Ancelotti rimane: corrano il pallone e gli avversari, non noi. Al 61′ Cristiano Ronaldo segna ancora (15 gol nelle prime 8 giornate, mai nessuno prima l’aveva fatto), poi al 64′ la rete siglata da James Rodríguez: Modric ha il tempo di fallire il quinto gol in un duello individuale con Mariño, ma poco importa; in contropiede al minuto 83 arriva il sigillo finale di Isco per uno 0-5 che porta i blancos ad affrontare il Clásico con 4 punti da recuperare al Barça.

Deportivo La Coruña 3-0 Valéncia: l’arbitro Estrada Fernández, che 3 anni fa aveva penalizzato il Deportivo con un rigore dubbio a Gijón, ritrovando la squadra galiziana si fa perdonare convalidando al 36′ un autogol fantasma del difensore valenciano classe 1995 Gayá dopo una carambola. Al 43′ è il debuttante Lucas Pérez ad incrociare un rasoterra alla sinistra dell’incolpevole portiere, raddoppiando il vantaggio coruñense. Nella ripresa il Valéncia tenta invano le prime sortite con Gil e Feghouli, poi lo sfortunato Alcácer, ma al 79′ il Deportivo chiude l’incontro grazie alla rete di Toché, che finalizza l’assist di José Rodríguez. Prima sconfitta per il Valéncia, il Depor interrompe la striscia di 4 sconfitte consecutive.

Elche 0-2 Sevilla: il primo tempo è di marca sivigliana, con due occasioni nel quarto d’ora iniziale. La squadra ospite passa poi ad una difesa ordinata, concedendo il pallino del gioco sterile all’Elche, mai pericoloso. Il Sevilla torna alla carica nel secondo tempo, con un pericoloso corner. Al 58′ la svolta: Deulofeu tira dall’area di cross, il portiere Manu Herrera respinge sui piedi di Bacca che deve solo spingere il pallone in rete. Gameiro, al minuto 72, mette in cassaforte l’incontro chiudendo una triangolazione con Denis Suárez, che ha ricevuto da sinistra la palla scodellata poi centralmente sulla testa dell’attaccante francese. Con questo successo, i campioni d’Europa League si portano a soli 3 punti dal Barça capolista, che può essere agganciato nel prossimo turno se il Real Madrid dovesse aggiudicarsi il Clásico.

Tutte le altre partite della Liga BBVA

Granada 0-1 Rayo Vallecano (Manucho)
Athletic Club 1-1 Celta Vigo (Aduriz rig.; Nolito)
Barcelona 3-0 Éibar (Xavi, Neymar, Messi)
Córdoba 1-2 Málaga (Ghilas; Samuel, Amrabat rig.)
Atlético Madrid 2-0 Espanyol (Tiago, Mario)
Villarreal 2-0 Almería (Uche 2)
Real Sociedad 1-2 Getafe (Hervias; Yoda 2)

Curiosità: il Barcellona, capolista della Liga BBVA, è l’unica squadra europea ad aver mantenuto la propria porta inviolata in campionato.

Classifica aggiornata della Liga BBVA

Barcelona 22 pti.
Sevilla 19 pti.
Real Madrid 18 pti.
Valéncia 17 pti.
Atlético Madrid 17 pti.
Villarreal 14 pti.
Celta Vigo 13 pti.
Málaga 12 pti.
Rayo Vallecano 11 pti.
Getafe 10 pti.
Espanyol 9 pti.
Éibar 9 pti.
Almería 9 pti.
Granada 8 pti.
Deportivo La Coruña 7 pti.
Real Sociedad 5 pti.
Athletic Club 5 pti.
Elche 5 pti.
Levante 5 pti.
Córdoba 4 pti.

Il prossimo turno di campionato

24 ottobre 2014 21:00 Celta Vigo-Levante
25 ottobre 2014 16:00 Almería-Athletic Club
25 ottobre 2014 18:00 Real Madrid-Barcelona
25 ottobre 2014 20:00 Valéncia-Elche
25 ottobre 2014 22:00 Córdoba-Real Sociedad
25 ottobre 2014 22:00 Éibar-Granada
26 ottobre 2014 12:00 Málaga-Rayo Vallecano
26 ottobre 2014 17:00 Espanyol-Deportivo La Coruña
26 ottobre 2014 19:00 Sevilla-Villarreal
26 ottobre 2014 21:00 Getafe-Atlético Madrid

Simone Moricca