24 ottobreNAPOLI – Dopo la grande mobilitazione studentesca dello scorso 10 Ottobre, venerdì studenti e lavoratori torneranno in piazza a Napoli CLICCA QUI PER L’EVENTO per ribadire, ancora una volta, la loro assoluta contrarietà alla “Buona Scuola” e il Jobs Act.

”Dopo il 10 Ottobre, porteremo nuovamente in piazza più di un migliaio di studenti – dice Alessio Mauriello degli Studenti Autorganizzati Campani.
Mauriello, incalza criticando la ‘Buona scuola’ e il Jobs Act: ”Oggi già da studenti veniamo inseriti nel mercato del disciplinamento che porta all’alternanza scuola/lavoro e quindi allo sfruttamento. Sentiamo l’assoluta necessità di opporci al Governo e a quella che è chiamata da Renzi impropriamente come la ‘Buona Scuola’, dove evidentemente non vi è più spazio per la scuola pubblica e per l’edilizia scolastica.
Oggi la scuola è inquadrata alla perfezione come un azienda, con i presidi che hanno assunto le funzioni di veri e propri mananger.
La nostra piattaforma – conclude Mauriellovuole scardinare proprio queste dinamiche”.

In piazza insieme agli studenti anche gli universitari del Collettivo Autorganizzato Universitario:”La Gelmini ha assestato la botta definitiva sull’università – afferma Peppe del CAU.
Attualmente non vi è una vera e propria riforma universitaria, avvertiamo semplicemente i diversi tagli applicati dalla Gelmini.
Cerchiamo di mobilitare gli universitari in quanto più vicini al mondo del lavoro. Oggi subiamo, infatti, dal Governo un attacco totale alle persone. Bisogna comprendere – conclude Peppe che l’opposizione al Governo deve essere fatta in maniera netta”.

Intanto, parallelamente proseguono, in tutt’Italia, le consultazioni studentesche volute da Renzi e Giannini. A Napoli, questa mattina, al Convitto Vittorio Emanuele si sono incontranti tutti i rappresentanti della Consulta provinciale degli Studenti, insieme alle diverse realtà ed è stata formata una commissione apposita che avrà il compito di stilare un documento da consegnare al Miur contenente nuove proposte in materie di istruzione scolastica.

Pasquale De Laurentis

CONDIVIDI
Articolo precedenteDragonball, la realtà dietro il mito, parte 3: conclusioni
Articolo successivoCasoria: disagi per nuovi rinnovi stradali

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II