Finalmente tutti i fan dell’indagatore dell’incubo potranno godersi una trasposizione video degna del fumetto. Dopo la deludente esperienza americana di Dylan Dog: Dead of Night e la pellicola Dellamorte Dellamore, ispirato a quello che può definirsi il prototipo di quel che sarà l’eroe bonelliano, il 24 ottobre verrà presentato Vittima degli eventi in anteprima al Festival del Cinema di Roma. Il progetto nasce dal basso. Non ci sono, infatti, produzioni multimilionarie alle spalle ma la semplice volontà di numerose persone che si sono prodigate per regalare a Dylan Dog il palcoscenico che merita.

La raccolta dei fondi necessari allo sviluppo del mediometraggio è avvenuta tramite un’operazione di crowdfunding, un finanziamento collettivo che è riuscito a raccogliere un budget di circa trenta mila euro. Il seguito che questo esperimento ha prodotto è stato indubbiamente positivo e sembra poter aprire la strada ad un nuovo modo di fare cinema. Il film non ha scopi di lucro e ciò ha permesso di evitare tutti gli ostacoli imposti dal copyright. Il progetto si presenta come un fan movie ma definirlo tale è davvero riduttivo. Tanti sono stati i professionisti coinvolti nello sviluppo dell’opera ed il fatto di non esser stati retribuiti non sminuisce affatto la serietà del lavoro.

1413278434_Vittima-degli-Eventi-Dylan-590x289

Gli ideatori di questo progetto sono Claudio Di Biagio (Freaks) che vestirà i panni del regista e Luca Vecchi (The Pills) nel duplice ruolo di sceneggiatore e di Groucho, lo stravagante assistente del protagonista. Toccherà, invece, a Valerio Di Benedetto indossare la celebre camicia rossa. Nel cast troviamo, poi, attori che hanno fatto la storia del cinema nostrano come Alessandro Haber, Milena Vukotic e Massimo Bonetti (rispettivamente l’ispettore Bloch, Madame Trelkovski ed Hamlin). Completa la squadra di attori Sara Lazzaro nel ruolo di Adele.

La trama di Vittima degli eventi si sviluppa con l’intensità di uno dei migliori albi della serie a fumetti con l’unica eccezione dell’ambientazione che si sposta, per chiari motivi logistici, da Londra a Roma. L’indagatore dell’incubo non ha un caso da diversi mesi fino a quando bussa alla sua porta Adele. La ragazza è preda di un sogno ricorrente che, spesso, la porta ad avere atroci visioni e i vari accertamenti medici a cui si è sottoposta non sono riusciti a chiarire la sua situazione. Scontratasi con lo scetticismo generale ad Adele non resta che intraprendere la via meno convenzionale e decide, quindi, di rivolgersi a chi ha fatto degli incubi il proprio mestiere.

p449092-620x350
Non mancheranno elementi cult come il clarinetto, il galeone ed il maggiolone. Tutto è stato riprodotto nei minimi dettagli ma la pellicola non deve essere concepita come un adattamento estremamente fedele della serie cartacea. In questo film andranno a fondersi l’universo di Tiziano Sclavi con quello dei due autori, l’intenzione è quella di creare qualcosa di innovativo. Un prodotto nuovo che possa mettere in mostra la piena profondità di uno dei personaggi più enigmatici del panorama italiano e far cogliere alle nuove generazioni quello che Dylan Dog ha significato per i ragazzi degli anni ottanta e novanta.

L’opera verrà distribuita sul web dal canale dei The Jackal, noti youtubers saliti alla ribalta nel recente passato per la parodia di Gomorra, a partire dal 2 novembre. Sono previste tre Secret Show Premier a Milano, Roma e Napoli che potranno essere visionate solamente dai partecipanti alla donazione che ha dato vita al progetto. In seguito, ci sarà una proiezione gratuita a Cinecittà World (31 ottobre) e al Lucca Comics (1 novembre). Si spera che questo possa essere solo il primo capitolo di un nuovo universo targato DYD 666.

Luca Cerbone