ARZANO – Al Liceo Scientifico G.Bruno di via Volpicelli ad Arzano sono stati trovati topi.
I ratti, ci informano gli studenti, dopo la settimana scorsa, sono stati rinvenuti nella giornata di lunedì nuovamente a scuola.

”Le condizione igieniche del nostro istituto – dichiara Luca Giampietro, rappresentante d’istituto – sono pessime.
Abbiamo chiesto al Dirigente la derattizzazione, ma il preside, oltre ad avvisare l ‘Asl, ci ha riferito di non poter fare altro.
Alcuni docenti ci hanno addirittura intimato di entrare a scuola per svolgere le regolari lezioni, ma non ritenendo l’istituto nelle condizioni igienico-sanitarie idonee, dopo aver svolto un’assemblea, ci siamo diretti in corteo presso le sedi Asl  di Casavatore e Casoria”.

L’ente sanitario, ha chiarito agli studenti che la spending review ha ridotto gli interventi di disinfestazione nelle scuole a due ed un’eventuale terzo, diventerebbe a carico del richiedente.

”Stamattina – tuona Giampietro –  aspettavamo una risposta del comune che sembrava essere stato informato, ma evidentemente così non era.                                      Il subcommissario comunale ci ha ascoltati e rassicurati chiarendo che la derattizzazione verrà pagata dal comune (sebbene le scuole superiori appartengono alla provincia) e avverrà questa mattina. Questa – conclude Giampietro – è la dimostrazione che la lotta collettiva non è vero, come dice qualcuno, che non paga, anzi.  La vicenda del Giordano Bruno deve necessariamente essere dacomune arz esempio per le altre scuole che vivono le stesse condizioni, ma spesso chinano la testa. A volta basta crederci e il cambiamento è possibile”

Pasquale De Laurentis

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteBerlusconi alle prese con l’Italicum 2.0
Articolo successivoStabilità, ancora polemiche con le regioni
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II