Riceviamo e pubblichiamo questo comunicato stampa da parte di Threeminds srl in relazione al WiFi pubblico del Comune di Pomigliano:

Nel Marzo del 2012, autorizzata dal Ministero delle Comunicazioni, nasce la Threeminds srl in qualità di ”Wireless Internet Service Provider”. L’obiettivo primario della società è quello di offrire una risposta concreta al fenomeno del Digital Divide, ancora diffuso in Italia, che determina una discriminazione sociale dei cittadini di aree in cui non è possibile accedere ad internet attraverso una connessione a banda larga. Pertanto, l’idea è quella di sviluppare sul territorio un progetto che preveda la diffusione di internet in modalità Wi-Fi a costi contenuti sia per i privati che per le aziende.
Per dare maggiore visibilità alla propria attività, nei paesi raggiunti dai loro servizi, nello specifico, quelli appartenenti all’area Vesuviana, a partire dal Nolano fino alle porte di Napoli, la società in questione, decide di promuovere per le Amministrazioni Comunali, il Progetto del Wireless Pubblico, così come già attuato in gran parte dell’Italia ormai da tempo, progetto che prevede la realizzazione di “Aree Hot Spot” che garantiscono la navigazione gratuita per il cittadino.
Nel mese di maggio 2014, difatto, la Threeminds realizza, per il comune di Mariglianella, limitrofo a quello di Pomigliano d’Arco, il primo progetto Hot Spot “comunale” e successivamente, essendo anche iscritti all’albo dei fornitori di fiducia del Comune di Pomigliano d’Arco fin dal maggio 2012, decide di proporlo anche a quest’ultimo.
Il progetto risulta subito interessante, ma l’Amministrazione Comunale non avendo dati sul territorio che in qualche modo confermino la riuscita del progetto in termini di richieste da parte dei cittadini, chiede la possibilità di fare dei Test per sondare le aree oggetto di interesse (scuole, parchi ed altre aree cittadine).
Onde consentire tale realizzabilità, la Threeminds, al solo scopo promozionale, decide di effettuare, esclusivamente a proprie spese, una serie di test sul territorio con apparecchiature mobili.
Nel mese di settembre ultimo scorso, con immenso stupore, compaiono una serie di articoli di giornali, di affissioni pubbliche in varie zone del Comune di Pomigliano, articoli sul web che riportano informazioni riguardanti la presunta violazione di “norme, in merito alla tutela della salute degli alunni…..” “….compatibilità elettromagnetica delle frequenze…” ed inoltre notizie quali: ”…. nessuno senza autorizzazione con tutta comodità può entrare nelle scuole ed installare antenne, passare il cavo ethernet nelle canaline e allacciarsi alla rete elettrica necessaria per alimentare i sistemi radianti….”, ed ancora “…. l’azienda incaricata sarebbe sempre la stessa….” “ sempre una…!“ “a fronte di Aziende che offrono la rete gratuitamente vengono stanziati €.20.000….”, ed altro ancora.
Pertanto, di fronte a questa mole di affermazioni false e tendenziose riteniamo opportuno ricostruire lo scenario reale e fare chiarezza su taluni punti.
1) E’ bene precisare che in queste installazioni non esiste nessun cavo ethernet passato nelle canaline e, al contempo, nessun tipo di allaccio alla rete elettrica. Pertanto, non esistono installazioni di apparecchiature radianti, ma solo antenne ricettive non alimentate;
2) Tali antenne meramente ricettive e, ripetiamo, non radianti sono installate circa in un numero di 500 sul territorio di nostra competenza consentendo la copertura internet ai clienti già acquisiti della società;
3) Si aggiunga che presso gli uffici comunali non esiste nessun tipo di atto amministrativo che prevede l’affidamento di lavori per la società in oggetto, né nessun tipo di fattura e/o pagamento effettuato verso la società e se dovessero esistere non sono certamente riconducibili alla Threeminds;
4) La nostra società non può effettuare prestazioni gratuite del servizio, in un mercato così paralizzato;
5) A fronte di eventuali offerte gratuite del servizio la nostra società non può far altro che ribadire la necessità di un servizio a pagamento e, comunque, far valere una propria offerta professionalmente specializzata che viene riportata all’attenzione del cliente, il quale è chiaramente libero di scegliere la soluzione complessivamente più conveniente.
Tutto ciò, a nostro parere, non merita le accuse di “ sempre la stessa società” e di “amici degli amici”, lasciando così paventare collusioni e favoritismi che non appartengono alle nostre scelte aziendali esclusivamente mirate alla competenza ed alla professionalità, evidenziando – altresì – le conseguenze nefaste che potrebbero abbattersi su di una società giovane ed alla ricerca di una lecita diffusione sul mercato.
Altrimenti è quasi inevitabile pensare che ci troviamo di fronte ancora una volta ad un tentativo di strumentalizzare i fatti, creando degli allarmismi ingiustificati, al solo scopo elettorale, poiché, per chi si fosse dimenticato, in primavera ci saranno le elezioni comunali e la nostra società sicuramente non avrà candidati iscritti a nessuna lista o partito che sia.

 

Threeminds s.r.l.