NAPOLI – Secondo appuntamento di ”RipuliAMO Secondigliano, l’iniziativa promossa dai giovani volontari dell’associazione Larsec (Laboratorio Riscossa Secondiglianese).
Gli attivisti, fra gli applausi della gente e dei commercianti, armati di scope, palette e guanti, hanno ripulito le zone abbandonate di largo San Gaetano (ex Macello) e via Tessitori di Seta.

Soddisfazione si legge sul volto di Vincenzo Strino, Presidente di Larsec: ”Questa è la II iniziativa a livello territoriale. Abbiamo scelto una zona poco frequentata, andando così a coprire anche gli angoli bui della città.
Siamo molto soddisfatti – conclude Strino – che di Sabato mattina universitari e studenti si sono mobilitati per una giusta causa”.

Gli fa eco Lucia Bosco, altra associata: ”Possiamo ritenerci davvero soddisfatti che di Sabato mattina ci riuniamo e facciamo quest’iniziativa. Siamo un feedback e speriamo di crescere ancora”.

Dal sito dell’associazione Larsec www.larsec.org si legge un appello rivolto agli abitanti di Secondigliano:
”Il LaRSec | Laboratorio di Riscossa Secondiglianese è il nostro serbatoio di pensiero, un gruppo di persone che non si rassegna al declino dell’area nord di Napoli, che vuole occuparsi della riqualificazione territoriale con  l’obiettivo di diffondere la cultura in tutte le sue forme: da quella artistica a quella della legalità passando per quelle creative, culinarie, artigianali ed ambientali”.

Per farne parte non è necessaria una competenza specifica: contribuire ad arricchire un’idea è un’impresa che necessita di quante più forze, persone ed idee possibili.

Quindi che a fa’? Te a menà?

Insomma per una mattina gli abitanti di Secondigliano si sono sostituiti, ancora una volta, agli operatori ecologici.

Pasquale De Laurentis

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteDepurazione dei Regi Lagni : Biancardi non firma l’accordo con la regione. 
Articolo successivoL’Ucraina è pronta per le elezioni parlamentari

Nasce a Napoli.
Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli.
E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009.
È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”.
Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli.
Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell’Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell’Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli l’Orientale.
Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli.
Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo.
Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna.
Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l’incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia.
Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato.
Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ”GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE” organizzato dalla Testata Giornalistica ”Libero Pensiero News”, insieme all’Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II