La nona giornata di Premier League è caratterizzata da incontri importanti, ma soprattutto dalla sfida dell’Old Trafford tra Manchester United e Chelsea, due grandi del calcio inglese che incarnano lo spirito dei propri manager: Louis van Gaal e Josè Mourinho.

MANCHESTER UNITED – CHELSEA 1-1: il primo tempo è equilibrato: parte meglio il Chelsea con Fabregas e Oscar, ma la buona prova di Smalling e De Gea permette ai padroni di casa di ricompattarsi e proporsi in avanti; l’azione più pericolosa è di van Persie al 23’. Nella ripresa i blues iniziano a crederci e trascinati da Hazard si procurano il calcio d’angolo decisivo, battuto da Fabregas e corretto in rete dall’immortale Drogba. La partita si avvia al termine, ma un’ingenuità di Ivanovic, espulso, la riapre allo scadere: punizione dalla sinistra, stacca Fellaini, Curtois ribatte, arriva van Persie che insacca per l’1-1 finale.
Red devils never die si è udito all’uscita dal Teatro dei sogni, tra quei tifosi che alla vigilia temevano una disfatta.
Josè si è fermato a Manchester, ancora una volta, dopo l’1-1 contro il City; la trasposizione farà però piacere a Mourinho, noto per la sua grande autostima, che mantiene il primo posto in Premier League.

premier league

WEST HAM – MANCHESTER CITY 2-1: il Manchester City frena la sua corsa verso la vetta della Premier League, perdendo di misura al Boleyn Ground. Gli hammers trovano il vantaggio al 21’ con Amalfitano, su assist di Valencia, e chiudono il primo tempo sull’1-0. Pellegrino inserisce allora Jovetic, ma le sorti del match non cambiano, ed anzi arriva il raddoppio dei padroni di casa con Sakho, che corregge in rete un cross di Cresswell al 76’. La risposta degli ospiti però non si fa attendere, e un minuto dopo le distanze si accorciano grazie a David Silva, che insacca dopo una grande azione personale. I citizens cercano insperatamente il pareggio con Aguero e Jovetic, ma la sorte è avversa: finisce 2-1 per la gioia degli uomini di Allardyce. Il West Ham ha ora 16 punti in classifica, uno in meno rispetto al City.

LIVERPOOL – HULL CITY 0-0: ad Anfield la gara è avara di gol ed emozioni, mentre i padroni di casa cercano di gestire il gioco, gli ospiti si chiudono in difesa e provano il contropiede. Nonostante i tentativi di Emre Can, Coutinho e Sterling la partita si chiude a reti inviolate. Il Liverpool sale a 14 punti, mentre l’Hull a 11.
Ad inizio campionato i reds erano tra i favoriti alla vittoria finale, ma la partenza di Suarez (tornato in campo sabato nel clasico, perso dal Barca, dopo la squalifica) ha evidentemente influito più di quanto ci si aspettasse. Difatti, una squadra di successo necessita di stelle lucenti, quali non sono ancora i vari Coutinho, Sterling, Can, Markovic e soprattutto la meteora Mario Balotelli, rivelatasi l’opposto dell’annunciato rischio calcolato, a fronte dell’ennesima prestazione opaca.

TUTTI GLI ALTRI RISULTATI DI PREMIER LEAGUE

Sugli altri campi, lo Swansea ritorna alla vittoria, battendo il Leicester 2-0, grazie ad una doppietta di Bony (34’, 57’); l’Arsenal vince in trasferta contro il Sunderland, con due gol di Sanchez (30’, 92’); il Southampton vince 1-0 contro lo Stoke, West Brom – Cristal Palce finisce 2-2, Burley – Everton 1-3 e Tottenham – Newcastle 1-2.

CLASSIFICA AGGIORNATA DI PREMIER LEAGUE

  1. Chelsea 23 pti.
  2. Southampton 19
  3. Manchester City 17
  4. West Ham 16
  5. Arsenal 14
  6. Swansea 14
  7. Liverpool 14
  8. Manchester Utd 13
  9. Everton 12
  10.  H. City 11
  11. Tottenham 11
  12. Stoke City 11
  13.  West Bromwich 10
  14. Newcastle 10
  15. A. Villa 10
  16. Crystal Palace 9
  17. Leicester 9
  18. Sunderland 8
  19. Burnley 4
  20.  QPR 4

PROSSIMO TURNO DI PREMIER LEAGUE

01/11/2014 Newcastle Liverpool
01/11/2014 Stoke West Ham
01/11/2014 Chelsea QPR
01/11/2014 Arsenal Burnley
01/11/2014 Everton Swansea
01/11/2014 Leicester West Bromwich
01/11/2014 Hull Southampton
02/11/2014 Manchester City Manchester U.
02/11/2014 Aston Villa Tottenham
03/11/2014 Crystal Palace Sunderland

Fonte immagine media: RedArmy Fanzine

Fabio Fin