Serie A, l’ottava giornata è iniziata sabato alle ore 15.00 con il match tra Empoli e Cagliari. Partita dominata dai sardi, che si portano sul parziale di 0-4 già dalla prima frazione di gioco. Apre Sau, poi doppietta di Danilo Avelar con un gol su punizione e uno su rigore. Chiude i conti Albin Ekdal. Il Parma incassa l’ennesima sconfitta stagionale per mano del Sassuolo, nell’anticipo delle 18.00. Dominio dei neroverdi, che riescono ad imporsi grazie ai gol di Floccari, Acerbi e Taider. Inutile il gol nel finale del solito Cassano.

Alle 20.45 è Sampdoria e Roma. Il primo brivido della partita arriva al settimo minuto, quando la Samp grazie ad uno schema su calcio di punizione, riesce a pescare Soriano in area di rigore, che però calcia regalando la palla a De Sanctis. Si deve attendere la mezz’ora per vedere la prima palla gol. Grande lancio per Gervinho, che in corsa verso la porta, riesce a saltare Romero,  ma tira da posizione defilata colpendo il palo. 4 minuti dopo è ancora l’ivoriano a sfiorare il palo con un gran diagonale. Nel secondo tempo il copione non cambia: è sempre il numero 27 della Roma ad essere pericoloso. Questa volta però è Romero ad impedirgli il gol.  La Sampdoria riesce a rendersi pericolosa con Obiang (64’), e soprattutto con Okaka (70’). La migliore occasione capita però sulla testa di Florenzi (82’), ma il portiere blucerchiato si supera negando i 3 punti alla Roma .

9f00f47fb7ca025ffa7db9ae7a0b8a21-71092-1414338006Alle 15:00 di domenica vengono disputate soltanto 3 partite. Vince la Juve 2-0 in casa con il Palermo, e così si porta a +3 sulla Roma. Gol firmati da Arturo Vidal e Fernando Llorente. Primo gol in campionato per l’attaccante basco. Vittoria casalinga, e con lo stesso risultato anche per l’Udinese contro l’Atalanta. Friulani trascinati dall’intramontabile Totò Di Natale e da  Thereau. Un Genoa corsaro a Verona batte il Chievo in rimonta per 2 a 1. Gli scaligeri si portano in vantaggio grazie al primo gol in Serie A di Zucanovic. La rimonta rossoblu viene concretizzata tutta nella ripresa. Pareggia Matri, subentrato a Roncaglia, decide Mauricio Pinilla, che in precedenza sbaglia un rigore parato da Bardi. Espulso per somma d’ammonizioni Radovanovic, nell’episodio del penalty.

Alle 18.00 disputate altre 3 partite. Vince l’Inter, in trasferta a Cesena. Neroazzurri che giocano male, ma riescono a portare a casa i 3 punti grazie al gol di Icardi su calcio di rigore, che è stato concesso per fallo di Leali su Palacio. Espulsione diretta per il portiere. 3 punti guadagnati anche per la Lazio che all’Olimpico batte 2-1 il Torino. Al quarto d’ora di gioco arriva il gol di Biglia, da calcio di punizione. I granata riescono a pareggiare nel secondo tempo grazie a Farnerud (53’). Il definitivo 2-1 arriva 7 minuti più tardi, grazie a Miroslav Klose.

Delle tre gare disputate alle 18.00, la più spettacolare è sicuramente quella vinta dal Napoli per 6-2 sull’Hellas Verona. a944b7b2f84e88630ef8ec53bfde5599_50770_immagine_obigGoleada per gli azzurri, che riescono così a respirare dopo un periodo sicuramente non eccezionale. In vantaggio ci vanno però i Veneti, che a 27” dal calcio d’inizio riescono a segnare grazie all’islandese Hallfredsson  con un grande tiro al volo. Il Napoli però è subito propositivo, e colleziona oltre 12 calci d’angolo, che però non portano a nulla. Da segnalare la grandissima parata di Rafael (portiere del Verona) su tiro al volo di Higuain. Il pareggio arriva alla fine del primo tempo grazie al gol di un ritrovato Marek Hamsik.  Lo slovacco si ripete al minuto 58 quando riesce a portare in vantaggio la sua squadra. Rimonta che sembra essere stata ultimata, ma ci pensa Nico Lopez (66’) a rimettere tutto in equilibrio. Passano 2 minuti e Gonzalo Higuain rimette tutto apposto. Il Napoli gioca sulle ali dell’entusiasmo nonostante il gol del pareggio subito e con i gol di Callejon (76’) ed altri due reti di Higuain, tra cui un calcio di rigore, fissa il punteggio finale sul 6-2.

Posticipo delle 20.45 tra Milan e Fiorentina che finisce sul punteggio di 1-1. Partita equilibrata e avara di emozioni. Il Milan passa in vantaggio al 25° minuto grazie al colpo di testa di De Jong che sfrutta una sponda di Zapata. La squadra viola cerca di recuperare la partita, principalmente con tentativi da fuori di Cuadrado e Mati Fernandez. Pareggio che arriva grazie al subentrato Ilicic (64’) che sfrutta un buco nella difesa rossonera e batte Abbiati. Entrambe le squadre cercano di dare la zampata decisiva, ma la partita termine con un pareggio.

Tutti i risultati dell’8° giornata di Serie A

Empoli – Cagliari 0-4

Parma – Sassuolo 1-3

Sampdoria – Roma 0-0

Chievo – Genoa 1-2

Juventus – Palermo 2-0

Udinese – Atalanta 2-0

Cesena – Inter 0-1

Lazio – Torino 2-1

Napoli – Hellas Verona 6-2

Milan – Fiorentina 1-1

Fonte immagini media: google.it

 Biagio Dell’Omo