AFRAGOLA – Il patto è stato sottoscritto  dal sindaco di Afragola, Domenico Tuccillo, alla presenza dell’assessore regionale Ermanno Russo e prevede la realizzazione di progetti coerenti con il Programma integrato urbano.

Afragola, Acerra, Casoria e Giugliano. Tutti comuni appartenenti alla provincia di Napoli che rientrano nel Piu Europa promosso dalla Regione per la rigenerazione dei 19 centri medi della Campania con popolazione superiore a 50 mila abitanti, che godranno di un finanziamento di 23,4 milioni di euro.  Più dettagliatamente, andranno 4,6 milioni di euro ad Acerra, 5,5 milioni ad Afragola, 6 milioni a Casoria e 7,3 milioni a Giugliano.

La regione Campania dispone di fondi europei che non è riuscita a spendere. Nel senso che o non sono stati presentati progetti oppure le varie città della Campania hanno presentato progetti sbagliati e i fondi stanziati non sono stati utilizzati. Esistono quindi delle risorse economiche che la Regione vuole necessariamente spendere, per non correre il rischio concreto che l’Europa, nel settennato 2014 – 2020, invii meno soldi in virtù del fatto che fin ora non sono stati gestiti in maniera troppo corretta. Quindi la Regione sta chiamando a sé tutte le città ritenute “affidabili”, finanziando progetti già esistenti che possono essere completati per il 2015.

Afragola, grazie anche al lavoro dell’Assessore comunale all’urbanistica Como, è diventata interlocutore diretto con la Regione, che ha apprezzato l’attendibilità e la serietà con cui  sono stati rivalutati alcuni progetti ritenuti addirittura fallimentari. Il buon lavoro politico e collaborativo e l’impegno per la correzione del Piu Europa, hanno offerto questa possibilità. Con questi soldi si andranno a finanziare vecchi progetti: il Lumo di Afragola, il Parco  Lineare, Piazza Rosario e Piazza Matteotti.

Giuseppe Rocco