Il Ministro dell’Economia Padoan ha annunciato oggi, in occasione di un vertice a Napoli organizzato dalla Bei (banca europea degli investimenti), che l’Italia il 14 novembre proporrà alla task force europea sugli investimenti alcuni «progetti di investimento per un valore superiore ai 10 miliardi».
Il Ministro ha anche detto che gli oltre mille progetti sono stati suddivisi in 5 programmi, dalla banda ultralarga al Sud, all’alta velocità Napoli-Bari.
Inoltre ha affermato che «si tratta di uno sforzo importantissimo che speriamo potrà dare una svolta all’economia italiana ed europea»

Come già detto, alla task force UE guidata dalla Commissione Europea e Banca Europea saranno proposti altre idee all’interno di programmi nello specifico: «per la banda ultralarga nelle zone bianche (in particolare nel Mezzogiorno); la messa in sicurezza della rete stradale; l’efficentamento energetico degli edifici pubblici; il credito agevolato per sostenere lo sviluppo delle Pmi; il finanziamento delle reti di impresa per favorire l’aggregazione e la crescita dimensionale, il piano scuole già in via di implementazione e progetti di infrastrutture»

Padoan ha anche affermato che «potranno essere finanziati con risorse pubbliche e private» ed ha precisato che verrà stilata una «lista specifica» entro la fine della prossima settimana.
Inoltre il Ministro dell’economia ha detto: «certamente siamo molto attenti a incoraggiare progetti per le Pmi nel Mezzogiorno».
I progetti che tutti i Paesi Ue presenteranno saranno poi vagliati da Bei e Commissione che guidano la Task force e una sintesi sarà presentata all’Ecofin di dicembre.

Il Ministro Padoan ha poi invitato la Bei a rafforzare i rapporti con i Paesi mediterranei e a «unire le forze» per sostenere le varie riforme in corso in tutto il territorio europeo.

Federico Rossi