SONDAGGIO – L’istituto Ixè ha realizzato una ricerca per il programma TV Agorà, incentrata sulle tematiche salienti di attualità politica e sulle intenzioni di voto. Per un italiano su due il ministro Alfano dovrebbe dimettersi dopo gli incidenti di mercoledì, quando le forze dell’ordine hanno ferito nei pressi dell’ambasciata tedesca alcuni operai dell’Ast di Terni. Inoltre, solo il 39% pensa che Alfano debba restare al Viminale. Questi i dati, nella giornata in cui Sel e Movimento 5 Stelle presentano la mozione di sfiducia contro il ministro dell’Interno (Grafico 1).

ixè

Ma il sondaggio non termina qui, tra gli elementi più importanti emergono il sorpasso clamoroso di Matteo Salvini su Beppe Grillo. I due leader in questi mesi si sono rincorsi su molti temi, come quello del no euro e dell’immigrazione, ora la rilevazione di Ixè parla chiaro: la fiducia nel leader del Carroccio è del 20%, contro il 19% di Beppe Grillo (Grafico 2).

Le intenzioni di voto, invece, vedono salire la Lega Nord, rinvigorita dall’azione di Matteo Salvini, Forza Italia resta stabile, mentre PD e M5S scendono. Il sondaggio parla di un calo delle intenzioni di voto per il Partito Democratico, passato dal 39,7% della settimana scorsa al 39,0%, calcolando, quindi, un ribasso di 0,7%. Sulla fantomatica scissione, il 67% degli elettori del Partito non sarebbero favorevoli a dividere il PD, al contrario del 28% pronti a strappare la tessera, l’8% non risponde. Il Movimento 5 Stelle conferma il trend negativo degli ultimi mesi, passa dal 20,3% di una settimana fa al 20,0%, mentre Forza Italia si tiene stretta il suo 15%, non muovendosi da lì. Sale la Lega Nord, i numeri del sondaggio parlano di un incremento dello 0,4%, dall’8,0% all’8,4%.

ixè

A sinistra, invece, torna a crescere Sinistra Ecologia e Libertà, rinvigorita, forse, grazie all’opposizione al governo Renzi e la presenza in piazza con la Cgil, passa dal 2.8% al 3%, sale anche Rifondazione Comunista, la quale passa dall’1,5% all’1,8%. Costante l’altro partito di maggioranza, quello di Alfano, Ncd si conferma al 2%.

Fonte: Sondaggio Ixè “La situazione politica – 31/10/2014” del 31 ottobre 2014

Luca Mullanu