NAPOLI – Termina l’era di Aurora Spinosa all’Accademia delle Belle Arti di Napoli. Il direttore resterà in carica fino al 31 ottobre, e sarà sostituito da Giuseppe Gaeta il prossimo 3 novembre. “Questa non è una fine, ma una trasformazione” dichiara Spinosa, che ha sviluppato un lavoro di primaria importanza per la valorizzazione dell’Accademia come polo formativo di eccellenza in campo artistico.

Abbiamo fatto tanto insieme dal punto di vista culturale – dichiara il direttore uscente riguardo Gaeta – a partire dall’inglese online, in modo da dare la possibilità a tutti di studiare ed evitare le cose, sino all’apertura delle frontiere con l’India. Oggi si sta aprendo una nuova storia: arrivano richieste sul piano sociale e credo che l’arte abbia una valenza molto forte“. Spinosa ha reso l’Accademia un punto di riferimento irrinunciabile tra le Istituzioni cittadine ella tutela della crescita culturale e sociale della città, al fianco delle amministrazioni regionali e comunali.

L’Accademia è un organismo che si trasforma – dichiara Gaeta – e abbiamo affrontato fasi molto complesse con dignità e con forza, superando anche grandi difficoltà legate all’assenza di alcuni strumenti normativi e mancanza di sostegno da parte dell’amministrazione centrale. Questa capacità di adattamento e di trasformazione è uno dei punti di forza dell’Accademia, il mio primo compito sarà semplificare i processi, rendere molto più trasparenti le procedure ed aiutare gli studenti e i docenti a vivere meglio le istituzioni in modo più sereno e accogliente.

GIUSEPPE GAETA: Classe 1963, studioso di antropologia delle società complesse, Gaeta si interessa da anni di fenomeni estetici e comunicativi legati all’evoluzione delle nuove tecnologie; dal 1997 è docente di Prima Fascia di Antropologia Culturale. Prima di essere eletto direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, è stato chiamato a svolgere numerosi incarichi istituzionali di rilevanza nazionale: dal 2011 è componente della Commissione Interministeriale Mibact/Miur per l’accreditamento e la vigilanza sulla formazione per il Restauro, ha ricoperto fino al febbraio del 2013 la carica di Vice-Presidente del C.N.A.M (Consiglio Nazionale dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica), ha rappresentato tale organo all’interno della commissione mista C.U.N./C.N.A.M., Dal maggio del 2013 a marzo 2014 è stato componente del Gruppo di Lavoro istituito dall’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca) su “Criteri di valutazione delle istituzioni del comparto AFAM”.

Biografia da: ilcorrieredelmezzogiorno.it

Camilla Ruffo