QUALIANO – Nella giornata di ieri è stato presentato nei termini previsti dallo stato e la regione, il ricorso avverso per la costruzione di un nuovo termovalorizzatore  nella zona di Giugliano.

A presentare il ricorso al Tar è stato ancora una volta il comune di Qualiano in cui è stato appoggiato dai comuni limitrofi di Marano, Villaricca, Mugnano, Melito e Trentola Ducenta, che insieme parteciperanno anche alle spese legali per questo nuovo ricorso. Queste le dichiarazioni del sindaco di Qualiano Ludovico De Luca per quanto riguarda il ricorso al Tar: “Quando si tratta di termovalorizzatore o  di discariche lo stato e la ragione non ci pensano due volte a identificare in Giugliano la zona giusta per la realizzazione.  Quando, ci sono stanziamenti da fare invece escono fuori mille problemi”. A portare avanti l’impegno per il ricorso  al Tar è stato l’avvocato Domenico Marrazzo,  consigliere comunale di Qualiano e consigliere della città Metropolitana. E’ stato il primo a seguire tutti i dettagli del ricorso al Tar. Insieme a Marrazzo,inoltre anche diversi gruppi politici di Qualiano e dei paesi limitrodi hanno deciso di sostenere il comune per questo ricorso al Tar.

L’ipotetico Termovalizzatore secondo le prime indiscrezioni sarebbe costruito  proprio vicino al centro abitato di Qualiano, nei pressi della Centrale Enel, che si trova  al confine di Giugliano. La risposta del Tar dovrebbe arrivare per la fine di novembre o al massimo inizio dicembre.

Raffaele Romano