Torna il maltempo in Italia, e con esso tornano i problemi.

Una perturbazione provienente dall’Atlantico ha colpito Lazio, Liguria e Toscana, lasciandosi dietro la purtroppo solita scia di danni, ed in particolare la città più colpita è stata Carrara, dove l’aumento della portata d’acqua del fiume Carrione ha causato lo sbriciolamento di oltre 200 metri di argine, causando l’allagamento di una zona in cui vivono almeno 5000 persone.
Immediato lo spiegamento dei soccorsi, i quali sono stati obbligati ad intervenire con elicotteri e gommoni per mettere in salvo le persone bloccate nelle case o sui tetti.
Una situazione simile si è verificata anche a Luni Mare, una località del comune di Ortonovo (La Spezia), dove il fiume Parmignola è esondato costringendo circa 70 persone all’evacuazione delle proprie case, ed ulteriori disagi si sono registrati in tutto il ponente ligure, in particolare nel savonese ed a Ventimiglia, dove due abitazioni sono state evacuate per il pericolo di allagamenti mentre a Genova le violente folate di vento hanno abbattuto alcuni alberi. Il Lazio invece attende il grosso della tempesta per domani mattina, a partire da cui è già stata diramata l’allerta meteo che durerà per le successive 24-36 ore.

Una vera bomba d’acqua, ha dichiarato il governatore della Toscana Enrico Rossi, giunto a Carrara per fare il punto sul disastro, “in tre ore sono caduti 177 mm di pioggia, ovvero la quantità che normalmente cade in un intero mese autunnale”. “La situazione è delicata“, gli fa eco il vice-ministro alle Infrastrutture Riccardo Nencini, “siamo preoccupati anche perché in quella zona c’è un precedente drammatico e si sta facendo il possibile per tenere tutto sotto controllo. Fortunatamente non risultano né morti né dispersi, ma ci sono migliaia di sfollati“.
Ed infatti giunge dal comune di Carrara la notizia dell’assenza di feriti o dispersi, fortunatamente, ma l’allarme non finisce qui. Le piogge e i temporali interesseranno la zona fino a domani, mentre da venerdì in poi la perturbazione inizierà a scendere verso Sud, dove intanto a Napoli il maltempo ha portato al ferimento di due persone colpite dal ramo di un albero spezzato dal vento al Vomero.

Giacomo Sannino