SAN GIORGIO A CREMANO-  Sempre più precari gli equilibri del comune situato alle falde del Vesuvio. Stamattina i piccoli scolari dei Plessi Scolastici di Corso Umberto, affiancati dalle loro genitrici, si sono diretti a Piazza Municipio a causa del degrado aberrante delle strutture scolastiche e, sostenuti da Ciro di Giacomo, promotore del baby corteo nonché consigliere e presidente di Forza Italia San Giorgio a Cremano, hanno chiesto spiegazioni in merito alla ‘dispersione’ dei fondi destinati alle scuole. Edifici fatiscenti, ambienti insicuri e indecorosi, assurdo che San Giorgio a Cremano, da sempre riconosciuta come la città dei bambini, si ritrovi in una situazione del genere, «questo è solo frutto della latitanza istituzionale dell’Amministrazione Comunale guidata dal peggior sindaco di sempre!» – afferma Di Giacomo- «il sindaco Giorgiano è troppo assente e la maggioranza è sempre troppo impegnata in altre vicende.» E ancora: «questo, per San Giorgio, è un periodo difficile. I cittadini non posso più tollerare tanto lassismo! Siamo arrivati al punto di non ritorno, un’amministrazione assente non è quello che meritiamo. San Giorgio chiede presenza e considerazione per la sua gente e una condizione così assurda come quella esistente nei plessi scolastici di Corso Umberto è indicibile. Scuole ridotte a catapecchie e un mostro ecologico come l’ex liceo abbandonato da 20 anni in stato di totale abbandono sono lo specchio di una città che a gran voce chiede un sindaco vero!»

Dopo una mattinata di scoraggiante silenzio e mancato confronto, i genitori dei fanciulli dei plessi Mazzini e Gramsci del Circolo didattico- Massaia, sono riusciti finalmente ad ottenere un incontro con il sindaco Domenico Giorgiano.

Giorgia Esposito