Non mancano le qualificazioni anticipate in questa edizione della Champions League. Dopo quattro giornate sono già sei le squadre promosse agli ottavi, ma mancano ancora 180′ e il meglio deve ancora venire.

Juventus – Olympiacos 3-2 : Nel Gruppo A la Juventus vince con un pizzico di fortuna sotto la pioggia dello Juventus Stadium. Gli uomini di Allegri si sono ritrovati in svantaggio dopo un’ora di gioco sul gol di N’Dinga con la classifica che già condannava i bianconeri (momentaneamente distante 6 lunghezze dai greci e dall’Atletico). La prima frazione è stata illuminata da una punizione di Pirlo e il pari su calcio d’angolo di Botìa. Poi succede tutto in 5 minuti: dopo il vantaggio ospite, su traversone tagliato dello stesso Pirlo, è arrivata la deviazione vincente di Llorente, poi il gol di Pogba abile a freddare Roberto dal limite dopo un rimpallo. Nel finale ci sarebbe stata anche l’occasione per andare 4-2 e superare l’Olympiacos negli scontri diretti, ma la mano di Roberto e il palo hanno negato a Vidal la gioia dal dischetto.

Bayern Monaco – Roma 2-0 : La Roma ha perso ancora, ma stavolta con un passivo meno amaro grazie ad alcuni accorgimenti tattici di Garcia: in particolare lo schieramento difensivo con due linee, centrocampo e difesa, a quattro. Ovviamente la coperta è sempre corta nel calcio e i giallorossi hanno avuto serie difficoltà nel costruire una manovra apprezzabile, o anche solo decente.
Nell’arco dei 90′ la Roma si è limitata a difendere abbozzando sporadicamente una ripartenza, più che altro per non subire un’altra imbarcata; è un Bayern al piccolo trotto, intenzionato a portare a casa i 3 punti e il primato nel girone.

Arsenal – Anderlecht 3-3 : La sfida dell’Emirates racconta di un Arsenal ancora vittima di se stesso, quindi della sua immaturità. La squadra belga è oggettivamente un paio di spanne al di sotto dei Gunners, sia sotto il profilo tecnico, sia in quanto ad esperienza a certi livelli, ma dopo un 3-0 maturato in meno di 60′ c’è stata la rimonta dei bianco-viola grazie a Vanden Borre (doppietta) e Mitrovic, che nel finale ha gelato il popolo londinese.

                                       Tutte le altre partite del 4° turno di Champions League

Corsaro l’Atletico Madrid in quel di Malmoe. Consolida, così, il primato nel Gruppo A, quello della Juve, grazie alle marcature di Koke e Raul Garcia.

Si fa beffare tra le mura anche il Manchester City: 1-2 contro il CSKA Mosca (doppio Doumbia intervallato dal pari di Toure). La Roma rimane al secondo posto e ringrazia.

Vittoria esterna anche per il Bayer Leverkusen (doppio Son Heung-Min) in casa dello Zenit di Villas-Boas (in gol con Rondon). Primato per le Aspirine che staccano di 4 punti il Monaco: sconfitto a Lisbona dal Benfica (Talisca nel finale).

Cade in casa l’Athletic Club, contro il Porto: 0-2 grazie a Jackson Martinez e Brahimi. Dragoes qualificati e baschi fuori dai giochi. L’ultima spiaggia è l’approdo in Europa League.

Vince e convince anche il Borussia Dortmund: 4-1 al Galatasaray di Prandelli, in gol anche Immobile, subentrato nella ripresa.
Meno esaltante la vittoria del Real Madrid ai danni di un Liverpool rimaneggiato. Il gol di Benzema su assist di Marcelo dopo 26′ sancisce la vittoria e la qualificazione dei Blancos.
Piove sul bagnato per i Reds perché il Basilea asfalta 4-0 il Ludogorets e stacca di tre lunghezze la squadra di Rodgers, che ora è chiamata all’impresa se vuole giocare gli ottavi.
Finisce addirittura 5-0 tra Shaktar e BATE Borisov, con Luiz Adriano autore di una tripletta. La squadra di Lucescu ha un piede e mezzo ai quarti.

Non brillante la prestazione del Paris Saint-Germain ma comunque vincente. Cavani stende l’APOEL Nicosia e porta i parigini avanti.
Il primato è conteso dal Barcellona che, guidato da uno scatenato Messi (doppietta e fanno 71 in Champions, come Raul), si sbarazza con semplicità dell’Ajax.

Mourinho e il suo Chelsea sono costretti sull’ 1-1 in casa del Maribor. Rischia di pesare come un macigno l’errore dal dischetto a 5′ dal termine di Hazard; soprattutto dopo il 4-2 dello Sporting a danno dello Schalke 04. Ora la classifica è molto corta e tutte le squadre possono qualificarsi.

                       Le classifiche dei gironi di Champions League

  • Gruppo A: Atletico Madrid 9 ; Olympiacos 6 ; Juventus 6 ; Malmoe 3
  • Gruppo B: Real Madrid 12 ; Basilea 6 ; Liverpool 3 ; Ludogorets 3
  • Gruppo C: B.Leverkusen 9; Monaco 5 ; Zenit 4; Benfica 4
  • Gruppo D: Borussia D. 12 ; Arsenal 7; Anderlecht 2; Galatasaray 1
  • Gruppo E: Bayern Monaco 12; Roma 4; CSKA Mosca 4; Man City 2;
  • Gruppo F: Paris Saint Germain 10; Barcellona 9; Ajax 2; Apoel N. 1
  • Gruppo G: Chelsea 8; Schalke04 5; Sporting CP 4; Maribor 3
  • Gruppo H: Porto 10; Shakhtar 8; Bate Borisov 3; Athletic Club 1

Alessandro Cappelli