Ancora guai per Mario Balotelli e il suo Liverpool: per il sito inglese Bleacher Report il trasferimento di SuperMario alla squadra di Brendan Rodgers sarebbe avvenuto in modo illecito.

LA VICENDA – Secondo Bleacher Report, per ovviare agli scrupoli del Liverpool, che era restio a versare i 20 milioni necessari per l’acquisto di Balotelli, sarebbe stata proposta tale soluzione: l’agente dell’attaccante italiano, Mino Raiola, avrebbe acquistato il cartellino del giocatore per poi girarlo in prestito ad Anfield. Se ciò fosse vero, il Liverpool si sarebbe cautelato in caso di fallimento di Balotelli e il Milan eviterebbe un indesiderato ritorno a fine stagione.

Mario Balotelli e Mino Raiola per shopping
Mario Balotelli e Mino Raiola

Questo modo di agire è noto come third party ownerships (TPO): una terza parte, di solito l’agente del calciatore in questione, possiede i diritti economici del suddetto ed è libero di mandarlo in prestito o venderlo a questo o quel club. La TPO è molto comune in Brasile e in Argentina; ad esempio, nel 2007, il calciatore del Porto Anderson Luís de Abreu Oliveira, noto al grande pubblico semplicemente come Anderson (classe ’88), fu acquistato dal Manchester United che dovette pagare 4 mln di Sterline all’agente del brasiliano, Jorge Mendes, il quale poteva vantare diritti economici sul suo assistito. Mino Raiola -ammesso che quanto riportato da Bleacher Report corrisponda al vero- potrebbe trarre diversi vantaggi dalla proprietà del cartellino di Balotelli: se dovesse presentarsi l’occasione, sarebbe in grado di far fruttare l’investimento magari prestando SuperMario annualmente ai club interessati ricavandone un utile non indifferente.

IL REGOLAMENTO – Il vero problema di tutta questa vicenda sta nel fatto che il regolamento della Premier League non transige: un tipo di soluzione come la TPO è rigorosamente vietata dal 2008 e, dunque, sono consentiti solo affari di compravendita tra club. Sempre secondo il sito britannico, si potrebbe decidere di aggirare le norme a patto di essere pronti a incappare in una sanzione economica di un certo calibro; ad ogni modo, il Liverpool ha già fatto sapere che l’acquisto di Mario Balotelli è avvenuto in modo del tutto regolare. I Reds, quindi, possiederebbero in toto il cartellino dell’attaccante.

Sembra proprio che la sorte abbia deciso di accanirsi contro Mario, già ampiamente criticato in Inghilterra per le sue prestazioni ben poco convincenti; l’unico modo che il giocatore ha per risponde è invertire il senso di marcia e dimostrare sul campo di valere i 20 mln che il Liverpool afferma di avere speso. La stagione di Premier è ancora lunga.

Fonte immagine in evidenza: www.vavel.com

Fonte immagine media: www.calcioweb.eu ©Paolo della Bella/LaPresse

Luigi Santoro